Civile.it
/internet
Osservatorio sul diritto e telecomunicazioni informatiche, a cura del dott. V. Spataro dal 1999, documenti.

Il dizionario e' stato letto volte. Scarica l'app da o da



Segui via: Email - Telegram
  Dal 1999   spieghiamo il diritto di internet  Store  Caffe20  Dizionario  App  Video Demo · Accesso · Iscrizioni    
             

Abbonati:




Scarica il dizionario:


Per cancellarsi dalla precedente newsletter interna

  


Ubuntu 05.03.2010    Pdf    Appunta    Letti    Post successivo  

Lavorare un giorno con Linux - Ubuntu: impressioni d'uso

Aria di pulizia - Nella schermata: la scrivania di linux con una finestra aperta su windows di un computer remoto.

 

Indice

  • CONCLUSIONI
O

Oggi mi sono deciso a provare qualcosa di nuovo. Lavorare un giorno intero con Linux invece che windows xp.

Sinceramente ero perplesso su quanto tempo avrei avuto bisogno per diventare produttivo.

In ogni recensione si entra in mille tecnicismo. Io voglio invece darvi tutte le impressioni e le valutazioni, perche' e' su quello che poi ci decidiamo.

INIZIARE

Senza dubbio vale la pena iniziare di Ubuntu, il piu' semplice di tutti. Si scarica la Iso (700kb), si installa la Iso su una chiavetta usb (io ne ho presa una da 4 gb apposta, al costo di 10 euro ...)

E si riavvia.

Il mio pc chiede il tasto f12 al riavvio per scegliere un diverso boot. Il vostro potrebbe chiedere un diverso tasto. Ai piu' esperti lascio descrivere la riconfigurazione del bios (non difficile, ma pericolosa sempre per gli inesperti).

Ubuntu parte in un attimo. Il boot da chiavetta e' una scheggia. In un attimo, meno di due minuti, ho un desktop e firefox prontissimi.

Grafica piacevole, come sapete, l'avvio di firefox e' velocissimo.

Ok, ma per lavorare devo scaricare gli altri programmi che mi servono. Da dove inizio ?

 

ORDINATO

Ubuntu e' ordinato. Nel menu' in alto trovo i programm divisi per materia. Grafica, Ufficio, Internet. C'e' poco da sbagliarsi. L'ultima voce mi permette di cercare programmi e installarli in modo banale. Ricordo le vecchie versioni di linux: qui e' un abisso. Siamo decisamente meglio di windows e di mac. Istantaneo, facile e completo. Comincio a pensare seriamente che Ubuntu ha fatto un salto in avanti.

Nel giro di un'ora ho installato tutti i miei programmi preferiti ed indispensabili. Solo Opera e Skype li ho dovuto installare andando sui loro siti, chissa' perche'.

Ma nel giro di un'ora avevo una macchina pronta non per fare podcast ne' screencast, ma qualsiasi altra cosa si'.

Tutto con boot da chiavetta da 4 gb. Che significa potersi portare un sistema operativo completo ovunque, in linea teorica.

Una cosa si' mi ha creato problemi: dover rimettere le password. Non le ricordavo tutte. Ho perso 30 minuti per tornare a windows e ripassarmele.

Ma se ci pensate, in 60 minuti ho creato un sistema nuovissimo. E dopo tutto il lavoro mi trovo sull'hard disk di windows tutti i files leggibili da Linux. E posso anche scriverci.

La prima applicazione installata ? Last.fm per linux. Questo tanto per avere una idea di tutto quello che si puo' avere, praticamente tutto.

 

USO

Inizio ad usare Ubuntu e i programmi installati. La tastiera la fa da padrona. Passare tra le finestre e' immediato, da' proprio l'idea di un sistema rapido quanto le mie dita.

Poi la disponibilita' di due schermi (che modifico subito in 4) mi permette di avere 4 desktop (qui chiamati workspace). Nel primo metto la musica, nel secondo firefox aperto a schermo pieno, nel terzo la posta elettronica, nel quarto open office. Poi torno nel primo e correggo alcuni bug sui siti connettendomi in tutti i modi possibili, usando l'ottimo editore interno.

L'esperienza e' incredibile: non solo vado veloce almeno 3 volte piu' di windows, ma ho dei programmi assolutamente allo stato dell'arte, per molti aspetti piu' intuitivi di windows, piu' facili e veloci da usare. Pensati per fare il loro lavoro e farlo bene, anche con semplici e gradevoli animazioni grafiche.

In poche parole, in un attimo, da Ubuntu non cerco piu' la conferma di essere a livello di windows, ma voglio capire quanto e' superiore a windows e mac.

E cominciare a porsi una domanda simile la dice lunga su cosa sia diventato Ubuntu

La navigazione sul web e' qualcosa di incredibile. Istantanea. Opera li supera tutti mille volte. Ma anche Firefox e' piu' veloce. Ovviamente supporta anche la toolbar di IusOnDemand, e divento piu' produttivo in meno di un minuto. Connettersi al conto corrente online diventa poi una esperienza positiva come mai era stata prima.

E scopro che ora open source e gratuita' e' sinonimo di professionalita'. Notevole.

Qualche banale problema ad installare flash. Poi, andando direttamente sul sito di adobe, l'installazione immediata e le prestazioni fantastiche.

Voglio subito stampare in pdf: nessun problema, l'importante e' ricordarsi le cartelle di win sull'hd e non sulla chiavetta.

Anche la navigazione tra cartelle di linux e dischi di windows e' intuitiva. Piu' semplice non potrebbe essere. Solo in una occasione ho faticato a trovare il disco windows, dovendo partire da /mount e seguire una cartella con il numero di serie dell'hard disk.

 

CONCLUSIONI

Ho detto niente tecnicismi e lo prometto. Anche per questo basta scrivere poco, ma quello che serve.

Avete aspettato ore per lanciare windows, per aspettare che i programmi partano, per vedere le pagine comporsi lentamente. Questo e' windows xp.

Ora penso ad Ubuntu come l'ipod degli smartphone: qualcosa di velocissimo che fa esattamente quello che mi serve al meglio e in modo semplice, oltre che veloce.

Certo, la rete windows ancora non ho provato ad installarla, nemmeno ho provato a registrare uno screencast.

Ma se devo spiegare perche' mi trovo di fronte ad un sistema superiore, ecco i punti:

  • velocita'
  • ordine
  • semplicita'
  • completezza
  • piacevolezza

Trattandosi di impressioni d'uso il confronto con gli altri sistemi operativi sara' una opinione.

La mia opinione e' che rispetto a windows xp siamo 3 volte avanti, rispetto a Max os x tiger e leopard una volta e mezza. Non considero nemmeno Vista, Win 7 non l'ho provato.

Pensateci seriamente.

Io comincio a valutare di usarewin solo per usare i programmi acquistati con i quali mi trovo bene.

Ma ormai per gestire i siti e il web ed ogni attività su internet Ubuntu diventa la prima scelta. Sara' difficile tornare indietro.

P.S: testo scritto ovviamente con Ubuntu.

Curiosita': finito il testo mi sono detto: ora riavvio e rimetto Windows. Avevo dimenticato che ero sotto Ubuntu.

05.03.2010 Spataro
Fonte: Spataro




Segui le novità in materia di Ubuntu su Civile.it via Telegram
oppure via email: (gratis Info privacy)



Dossier:



dallo store:
visita lo store

Altro su Ubuntu:


"Preferisco che sbagliate rischiando, piuttosto che essere inutili replicanti che nessuno ascolta" - Mons. Nunzio Galantino


Spieghiamo contratti, ecommerce, privacy e il diritto di internet su Civile.it dal 1999



Tinyletter - I testi sono degli autori e di IusOnDemand srl p.iva 04446030969 - diritti riservati - Privacy - Cookie - Condizioni d'uso - in