Civile.it
/internet
Osservatorio sul diritto e telecomunicazioni informatiche, a cura del dott. V. Spataro dal 1999, documenti.

Il dizionario e' stato letto volte. Scarica l'app da o da



Segui via: Email - Telegram
  Dal 1999   spieghiamo il diritto di internet  Store  Caffe20  Dizionario  App  Video Demo · Accesso · Iscrizioni    
             

Abbonati:




Scarica il dizionario:


Per cancellarsi dalla precedente newsletter interna

  


Software 19.06.2009    Pdf    Appunta    Letti    Post successivo  

Come pulire un computer dai file riservati prima di portarlo in assistenza

Il computer e' bloccato. Lo vogliamo portare all'assistenza. Ma, ahime', ci sono i files che vogliamo tenere riservati. Ecco una guida pratica per recuperarli con Linux.

Download or Play, List or RSS:

 

Indice

  • Quanti vi aiutano anche sotto il profilo
I

Ieri un amico mi ha chiamato disperato: il mio computer non riparte.

Dopo un timido tentativo di soluzione a mezzo telefono, me lo porta.

Il computer, subito dopo l'accesione, si ferma e si riavvia all'infinito. Chiedere se usava antivirus o firewall mi e' sembrato quasi da ingenui. "Certo !", e' stata la risposta.

 

LA BESTIA

Un computer a doppia cpu da 2,8mhz. Bello. Case enorme, non sono piu' abituato a vedere i case sopra un tavolo, di solito e' segno di assistenza. Appunto. Hard disk da 80gb, vecchiotto. Memoria ... 512mb con win xp. Troppo poca.

Cosa non va ? Impossibile capirlo in pochi minuti.

L'amico quindi mi dice: non perderci tempo, lo voglio solo portare all'assistenza senza i files dei conti di casa, non voglio far sapere i fatti miei ad altri. Dopo un giorno sono ancora qui ...

Pensare di metterli direttamente su un supporto usb esterno ? Troppo facile con il senno di poi. Ma e' per il senno di poi che sto scrivendo questo post, per tutti noi !

Ovviamente del supporto esterno e' opportuno averne una copia di sicurezza, ma questo poi rientra nella gestione normale. Quindi due hard disk esterni, uno di lavoro, uno per i backup.

 

I FILE RISERVATI

Come recuperare dei files da non lasciare su un pc prima di portarlo all'assistenza ?

Semplice ! :-) Linux.

Una volta si cercava di avviare il Dos da dischetto. Preistoria, scusate. Oggi lanciare windows da un cdrom e' impensabile.

Basta pero' lanciare Linux e recuperare i files.

 

I PRIMI ERRORI CON LINUX

Uso linux di tanto in tanto, ma da anni. Ho messo nel computer un cd con Knoppix, una vecchia distribuzione live, che parte da cd e non richiede installazione, ed e' partita anche abbastanza in fretta. Durante l'uso mille accessi al cdrom, quindi un po' lenta.

Accendo il pc, avvio da cdrom (ovviamente cambiando il bios che preferiva partire da usb, operazione non semplice e non indolore per i piu', fate attenzioni a quello che cambiate, rischiate di non poter fare altro che ... riconfigurare il bios con il vostro tecnico !).

Avviato Linux, troneggia Gnome (uno dei desktop di linux) con un  supporto HDA1: e' lui, l'hard disk del pc. Entro, cerco i files con i tool di linux semplicissimi, li trovo, e li copio nella chiavetta dell'amico che e' stata subito riconosciuta come SDA1.

Stiamo parlando di una distribuzione di linux del 2006. E infatti ...

Copio tutto dall'hard disk, ma non riesco a modificare ne' cancellare nulla. ... e allora mi ricordo ...

 

LE ULTIME DISTRO DI LINUX

Le piu' recenti distribuzioni di linux supportano l'ntfs in scrittura, lo standard degli hard disk piu' recenti per casa Microsoft. Nel 2006 pero' non c'era ancora il supporto in scrittura, solo in lettura.

Quindi devo far partire un linux piu' recente.

Ovviamente non ho cdrom vergini e installare linux su chiavetta non e' immediato (oltre a non avere una chiavetta libera).

Quindi: saluti all'amico, rinviando a data da destinarsi.

La soluzione piu' semplice ? Prendere l'ultima versione di ubuntu (9.xx) in edicola. La mia edicola non ce l'ha.

Resta masterizzare una iso, una immagine che scarico da internet e masterizzo su cd vergine. Non ho cd vergini da una vita. Devo prenderne uno da casa e masterizzarlo.

 

UBUNTU

E' la soluzione perfetta. Sul sito trovate l'immagine da scaricare e le istruzioni per bruciare l'immagine .iso su un cdrom, con il programma infrarecorder gratuito che loro stessi segnalano.

In poche parole in 10 minuti ho il cd che, inserito nel pc morente ..., lancia immediatamente Ubuntu.

L'avvio e' un po' piu' lento del normale. Peccato, mi dico. Pero' quando parte Ubuntu (in tempi comunque simili a Windows xp), mi trovo un sistema velocissimo, senza rallentamenti e senza continui accessi al cdrom. Una scheggia di sistema operativo direttamente da cdrom.

Peccato non poterlo installare facilmente su chiavetta.

A questo punto ho un sistema operativo che supporta l'ntfs anche in scrittura. Accedo e cancello.

Cosa sara' rimasto di quei files ? La cancellazione NON e' sicura, quindi resteranno sicuramente delle tracce per recuperare i files cancellati.

Si possono usare tool appositi, ma in linea di massima pensiamo al nostro tecnico come uno di fiducia.

Quindi ? Mettete i file riservati su supporti esterni al pc. Cosi' il pc lo potete portare all'assistenza senza impazzire.

 

CONCLUSIONI

Avevo iniziato con knoppix del 2006 per recuperare i files. Dovevo usare subito l'ultima distro di linux, Ubuntu senza dubbio.

Di ubuntu mi dispiace non avere un qualcosa per metterlo su chiavetta da subito, e farlo partire da li' piu' velocemente di un cdrom. Mi dispiace anche che non tutto sia tradotto in italiano nella 9.04, ma non e' un problema.

La semplicità d'uso e' disarmante. Anzi, e' proprio divertente e piacevole. Recuperero' un vecchio pc per aggiornarlo con l'ultima distro di ubuntu, decisamente piu' veloce di windows.

Ora il pc, sicuramente infettato, potra' andare all'assistenza. L'ideale sarebbe stato sovrascrivere decine di volte qualcosa nei files, ma con appositi tool. Chi ha uno studio legale dovrebbe poterne trovare uno per linux.

Da questo sito potete trovare le info:

  • Shred
  • Wipe

Due programmi da usare da command line, qualcosa che nessuno fa da anni. Il primo si puo' avviare anche con interfaccia grafica, con una finestra insomma. Al link sopra indicato trovate anche le info per metterlo tra i menu' di ubuntu, peccato non ci sia da subito, senza andare a cercare la voce "nautilus" che sicuramente ben pochi collegano a questa utility.

Anche se, con i moderni hard disk, questi metodi potrebbero non essere sufficienti. Mills lo sa bene.

Quindi come recuperare e cancellare ?

  • Linux fa recuperare. Senza problemi.
  • Permette di cancellare i files, pero' recuperabili.
  • Usate le utility suggerite per rendere il lavoro di recupero dei file difficile

Ma soprattutto prevenire:

  • usate backup continuamente e tenete le chiavi di registrazione del software acquistato: potete riformattare tutto senza paura.
  • usate antivirus, antispyware e firewall (io ne ho 4 sul pc) e non frequentate banchine di porti di notte (siti insicuri, ahem)
  • usate memorie esterne per i vostri file piu' importanti. E fatene copie di sicurezza.

Oggi vi potevo parlare di diritto, ma trovate la documentazione giuridica su civile.it e Ricercagiuridica.com aggiornata continuamente.

Quanti vi aiutano anche sotto il profilo informatico ?

 

 

19.06.2009 Spataro
Fonte: spataro




Segui le novità in materia di Software su Civile.it via Telegram
oppure via email: (gratis Info privacy)



Dossier:



dallo store:
visita lo store

Altro su Software:


"Abbiamo due vite:la seconda inizia quando ci rendiamo conto di averne solo una" - #Confucio


Spieghiamo contratti, ecommerce, privacy e il diritto di internet su Civile.it dal 1999



Tinyletter - I testi sono degli autori e di IusOnDemand srl p.iva 04446030969 - diritti riservati - Privacy - Cookie - Condizioni d'uso - in