Civile.it
/internet
Osservatorio sul diritto e telecomunicazioni informatiche, a cura del dott. V. Spataro dal 1999, documenti.

Il dizionario e' stato letto volte. Scarica l'app da o da



Segui via: Email - Telegram
  Dal 1999   spieghiamo il diritto di internet  Store  Caffe20  Dizionario  App  Video Demo · Accesso · Iscrizioni    
             

  


Gli adempimenti privacy per la tua attività
adv iusondemand
Domini 05.05.2009    Pdf    Appunta    Letti    Post successivo  

I benefici di internet basati sull'ingenua fiducia nella tecnologia. L'Icann sia privatizzata.

In un video pubblicato stamattina sul suo sito web, Viviane Reding, Commissaria europea per la societÓ dell'informazione e dei media, ha sollecitato una maggiore trasparenza e pieno dovere di rendicontazione nella gestione di internet a partire da ottobre 2009. Attualmente, le decisioni chiave sulla governance di internet, come ad esempio sui domini di primo livello e la gestione del repertorio principale di internet, sono adottate dalla Internet Corporation for Assigned Names and Numbers (ICANN), un organismo privato senza scopo di lucro stabilito in California. Finora tale organismo ha operato nell'ambito di un accordo con il ministero statunitense del commercio, che viene a scadenza il 30 settembre di quest'anno. La Commissaria Reding ha illustrato oggi un nuovo modello di governance di internet per il periodo successivo a tale data. Il modello prevede che l'ICANN diventi del tutto privata, con dovere di rendicontazione e sia affiancata da un'istanza giudiziaria indipendente; Ŕ prevista inoltre la creazione di un forum multilaterale in cui i governi potranno discutere degli orientamenti generali in materia di governance di internet e delle questioni di sicurezza ("G12 per la governance di internet").

 

Indice

  • Il messaggio video della Commissaria Red
&

"Sono convinta che il Presidente Obama avrà il coraggio, la saggezza e rispetto per la dimensione globale di internet per avviare nel settembre prossimo un processo che porterà a un nuovo modello di governance di internet, più responsabile, trasparente, democratico e multilaterale", ha affermato la Commissaria nel suo messaggio video di stamattina. "È giunto il momento di agire. E l'Europa è pronta a sostenere in questo il Presidente Obama."

La Commissaria ha sottolineato che "Il momento della verità sarà il 30 settembre, quando scadrà l'accordo in vigore tra l'ICANN e il governo USA. Allora sarà possibile procedere alla privatizzazione dell'ICANN. Occorrerà inoltre stabilire a chi quest'organismo dovrà rispondere a partire dal 1º ottobre."

L'ICANN, istituito nel 1998 in California con l'accordo del Governo USA, tratta le problematiche più sensibili connesse alla governance di internet, come i domini di primo livello o la gestione del sistema di indirizzi internet, che permette a milioni di computer di collegarsi l'un l'altro.

"È assolutamente necessario che l'ICANN sia soggetto all'obbligo di rendicontazione", ha affermato Viviane Reding. "La decisione giusta è quella dell'amministrazione Clinton, ossia privatizzare progressivamente il sistema dei nomi di dominio e degli indirizzi internet. A lungo termine non è difendibile che un ministero di un solo paese abbia il controllo su una funzione di internet usata da centinaia di milioni di cittadini nei paesi di tutto il mondo."

La Commissaria europea Reding ha anche descritto la forma che potrebbe assumere un nuovo modello di governance di internet dopo il 30 settembre:

  • piena privatizzazione e indipendenza dell'ICANN, che sia soggetta al rispetto delle norme più rigorose di funzionamento delle imprese, in particolare sul piano della trasparenza finanziaria e dell'obbligo di rendicontazione interna, e a un effettivo controllo giurisdizionale;
  • un forum multilaterale che permetta ai governi di discutere gli orientamenti generali in materia di governance di internet, come un "G12 per la governance di internet", ossia un gruppo informale di rappresentanti governativi, che si riunisca almeno due volte l'anno e sia autorizzata a presentare all'ICANN, se del caso, raccomandazioni adottate a maggioranza. Il gruppo sarebbe in grado di reagire rapidamente in caso di minacce alla stabilità, alla sicurezza e all'apertura di internet. Per l'equilibrio geografico il G12 per la governance di internet comprenderebbe due rappresentanti per l'America del Nord, due per l'America del Sud, due per l'Europa e due per l'Africa, tre rappresentanti per l'Asia e l'Australia più il presidente dell'ICANN come membro senza diritto di voto. Potrebbero anche partecipare come osservatori le organizzazioni internazionali che hanno competenze in questo settore.

Il 6 maggio la Commissione europea ospiterà una prima audizione pubblica a Bruxelles per dare alla comunità degli utenti europei di internet la possibilità di esprimere le proprie aspettative sulla futura governance di internet.

Contesto

Per molti anni l'Unione europea ha svolto un ruolo di primo piano nel dibattito internazionale sulla governance di internet. La Commissione europea ha sollecitato più volte l'istituzione di un sistema di governance di internet pienamente affidato al settore privato, senza interferenze governative nella sua gestione quotidiana (v. IP/06/1297) e ha appoggiato un dialogo aperto tra tutte le parti in causa sulla governance e sullo sviluppo di internet (IP/06/1491). La Commissione europea partecipa anche al Comitato consultivo dei governi (GAC, Governmental Advisory Committee) dell'ICANN, la cui finalità principale è dare consulenza all'ICANN sugli aspetti della sua attività di coordinamento attinenti alle politiche pubbliche.

Il messaggio video della Commissaria Reding è disponibile sul sito:

http://ec.europa.eu/commission_barroso/reding/video/index_en.htm

Per ulteriori informazioni sull'audizione pubblica in merito alla governance di internet, organizzata dalla Commissione europea il 6 maggio a Bruxelles, invitiamo a visitare il sito:

http://ec.europa.eu/information_society/policy/internet_gov/index_en.htm

05.05.2009 Viviane Reding
Fonte: Viviane Reding




Segui le novità in materia di Domini su Civile.it via Telegram
oppure via email: (gratis Info privacy)



Dossier:



dallo store:
visita lo store

Altro su Domini:


"Mai mettersi contro uno stupido, ti porta al suo livello e ti batte con l'esperienza." - Oscar Wilde


Spieghiamo contratti, ecommerce, privacy e il diritto di internet su Civile.it dal 1999



Tinyletter - I testi sono degli autori e di IusOnDemand srl p.iva 04446030969 - diritti riservati - Privacy - Cookie - Condizioni d'uso - in