Civile.it
/internet
Osservatorio sul diritto e telecomunicazioni informatiche, a cura del dott. V. Spataro dal 1999, documenti.

Il dizionario e' stato letto volte. Scarica l'app da o da



Segui via: Email - Telegram
  Dal 1999   spieghiamo il diritto di internet  Store  Caffe20  Dizionario  App  Video Demo · Accesso · Iscrizioni    
             

  


Sinistro Fantasma: come difendersi

9,90 €       download immediato

adv iusondemand
Video 04.03.2009    Pdf    Appunta    Letti    Post successivo  

NON embeddate trasmissioni Mediaset: Mediaset contro Corriere.it per i video del G.F.: l'ordinanza del Tribunale di Milano

Aggiornamento: i video di cui e' inibita la diffusione sono solo i 4-5 dal Grande Fratello in quanto fiction, quindi non ricorrerebbe l'esimente del diritto di cronaca / critica.

Download or Play, List or RSS:

 

Indice

  • PRECISAZIONE RCS
E

Entrambi dichiarano vittoria.

Corriere.it segnala che di 59 video, per i 4 tratti dal Grande Fratello il Tribunale di Milano nella persona del giudice dott. Stefano Rosa, NON ha riconosciuto il diritto di cronaca - critica con ordinanza del 2.3.2009 in sede di ricorso ex art 700.

Per questi 4-5 video, in sede di provvedimento di urgenza,  il Tribunale ha ordinato l'immediata rimozione. Agli estratti del Grande Fratello, Fiction, non puo' essere applicato il diritto di cronaca.

I 59 video erano frammenti di varie trasmissioni andate in onda su Canale 5 e Italia 1. Tra questi anche 4-5 video tratti dal Grande Fratello

Il procedimento ordinario inizierà probabilmente entro poche settimane, per entrare nel merito con sentenza.

L'ordinanza e' immediatamente esecutiva ma dovra' essere confermata da una sentenza, sulla quale siamo certi le parti non mancheranno di informare.

Mediaset, al link indicato, fa sapere con comunicato stampa che sta avviando varie azioni giudiziarie contro tutti coloro che sul web hanno loro video.

Personalmente quando tempo fa vidi le schermate di youtube sui siti di Grillo, ma non l'embed, pensai proprio ad una situazione simile, che avrebbe coinvolto la piattaforma di streaming ma non Grillo.

Da notare che Corriere.it come altri, penso a Repubblica, tendono a copiare e ridistribuire tramite la propria piattaforma i video disponibili in rete. Un comportamento non consono agli usi di internet, ma praticato.

Il riutilizzo di contenuti altrui, ridistribuendoli, deve essere autorizzato in modo esplicito. Se autorizzo ad embeddare qualcosa, non significa che autorizzi a scaricare i contenuti. Chiedo anzi che venga usato l'embed proprio perche' e' lo strumento tecnico utilizzato per citare la fonte: cliccando sul player si puo' andare alla fonte che viene cosi' riconosciuta.

Per quanto riguarda Mediaset mi viene in mente il caso del formato GIF: quando l'azienda volle tutelare il proprio brevetto tutti passarono al jpeg, oggi cosi' diffuso nelle macchine fotografiche, perche' gratuito.

Mediaset con comunicato stampa esercita i propri diritti escludendo pero' un diritto di cronaca e di critica.

Mediaset pero' e' un'azienda.

Se chiede di essere tolta dal web, lo otterrà sicuramente e ne ha diritto.

Ma perderà clienti.

Ricordate: embeddate e non ridistribuite contenuti senza che l'autore, ufficialmente, ne autorizzi la ridistribuzione (magari aprendo un canale ufficiale su youtube, per esempio).

Per inciso: mi aspetto che Mediaset faccia causa al Ministro Tremonti perche' sul sito del Ministero ci sono spezzoni del tg5.

 

COMUNICATO STAMPA MEDIASET

"NON E' DIRITTO DI CRONACA DIFFONDERE SENZA AUTORIZZAZIONE FILMATI DI "GRANDE FRATELLO" SU INTERNET

NON E' DIRITTO DI CRONACA DIFFONDERE
SENZA AUTORIZZAZIONE
FILMATI DI "GRANDE FRATELLO" SU INTERNET

LO HA STABILITO IL TRIBUNALE DI MILANO

"Stop ai filmati di Grande Fratello diffusi su Internet senza l'autorizzazione di Mediaset.
Lo ha stabilito il Tribunale di Milano, con ordinanza del 2 marzo 2009, a seguito di un procedimento di urgenza (ex art. 700) promosso da Rti contro Rcs.

"Il Tribunale ha infatti ordinato a Rcs di interrompere immediatamente la diffusione su propri siti web di filmati dell'edizione in corso del reality show di Canale 5. La decisione accoglie le richieste di Mediaset che lamentava la lesione dei propri diritti esclusivi sulla trasmissione e respinge invece le tesi di Rcs che si appellava al diritto di cronaca.

"Il giudizio di urgenza promosso contro Rcs si inquadra nella più ampia strategia del gruppo Mediaset avviata la scorsa estate con l'azione di risarcimento danni contro YouTube e tesa a difendere il diritto di disporre in piena esclusiva di propri contenuti televisivi.

"Mediaset, dopo questo importante provvedimento, conferma l'intenzione di proseguire la sua azione a tutela del diritto di autore e per l'affermazione di principi di legalità nel mondo dei contenuti web. Ogni utilizzo illegittimo di proprio materiale sulla rete sarà quindi costantemente perseguito.
Sono già in partenza nuove azioni legali contro siti web e provider che pubblicano contenuti televisivi Mediaset senza autorizzazione.

"Cologno Monzese, 3 marzo 2009"

 

PRECISAZIONE RCS

"Il Tribunale di Milano ha sostanzialmente rigettato la pretesa di Mediaset di vietare al Gruppo RCS l'utilizzo sul proprio sito internet corriere.it di brevi frammenti di qualsiasi trasmissione televisiva diffusa da Canale 5 e Italia 1, rilevando, in principio, la scriminante giornalistica della cronaca e critica"

 

 

04.03.2009 Spataro
Fonte: Mediaset




Segui le novità in materia di Video su Civile.it via Telegram
oppure via email: (gratis Info privacy)



Dossier:



dallo store:
visita lo store

Altro su Video:


"Le anime affini si salutano giÓ da lontano" - A. Schopenhauer


Spieghiamo contratti, ecommerce, privacy e il diritto di internet su Civile.it dal 1999



Tinyletter - I testi sono degli autori e di IusOnDemand srl p.iva 04446030969 - diritti riservati - Privacy - Cookie - Condizioni d'uso - in