Civile.it
/internet
Osservatorio sul diritto e telecomunicazioni informatiche, a cura del dott. V. Spataro dal 1999, documenti.

Il dizionario e' stato letto volte.



Segui via: Email - Telegram
  Dal 1999   spieghiamo il diritto di internet  Store  Caffe20  Dizionario  App  Video Demo · Accesso · Iscrizioni    
             

Scarica il Dizionario:



  


Modelli di business 26.02.2009    Pdf    Appunta    Letti    Post successivo  

La Guerra per difendere il copyright degli autori contro gli intermediari

E' una guerra senza sconti


Spataro

Download or Play, List or RSS:

 

Indice generato dai software di IusOnDemand
su studi di legal design e analisi testuali e statistiche

E

E' incredibile come l'Europa stia usando internet per la lotta politica agendo sulle istituzioni che possono scrivere nuove leggi.

Una partecipazione popolare cosi' ampia era imprevedibile oggi, forse domani, ma non certo oggi.

La passione con cui milioni di cittadini europei contrastano le lobby dei pochi intermediari, per difendere gli interessi degli autori a distribuire come meglio credono i propri contenuti, e' in una fase cruciale.

Lo scontro e' a livello nazionale ed europeo, e uguale. Ma internet mette insieme i cittadini che pensano ai propri figli, e credono che nell'innovazione e nello scambio culturale, per chi lo voglia, ci sia il futuro.

La nostra generazione sara' paragonata ad un '68 non partitico ma che vuole difendere la libera circolazione della cultura, lasciando agli autori la libertà di decidere se proteggere le proprie opere al massimo o favorire al massimo la circolazione delle proprie opere.

Il vecchio, la distribuzione attuale, sta cercando di sopravvivere. La crisi economica spazzerà via i modelli inefficienti.

Leggevo un testo molto interessante che equiparava gli editori di oggi a Hollywood agli inizi del '900 quando perse il monopolio delle sale e si diffuse la televisione.

Le major dovettero accettare di lavorare con mille specialisti, invece di imporre il proprio modello.

Le major prima della tv e della condanna per monopolio detenevano la produzione, distibuzione e commercializzazione dei film. Le sale cinematografiche erano in gran parte loro.

Con l'aumento di concorrenza hanno dovuto accettare la collaborazione dei mille esperti specializzati in singoli aspetti della produzione cinematografica, e soprattutto, hanno cambiato i film dall'attualità alla qualità, all'originalità, lasciando alla tv la copertura dell'attualità.

Il giurista deve documentare le scelte storiche di politica legislativa.

Oggi il tentativo di alcune case discografiche e di alcuni intermediari di gestire anche tutto l'online, non solo quello che gli compete, comporterebbe un antistorico criterio del vecchio applicato ad internet.

Come coloro che credono di poter equiparare internet a qualcosa di gia' esistente.

"Internet is the replacemente of nothing".

La finanza ha ucciso la bolla (che aveva creato) di internet. L'internet sopravvissuta sta facendo fallire chi non rende efficiente la catena di produzione dei contenuti senza coinvolgere nei guadagni i nuovi esperti.

Come ai tempi di Hollywood. L'unica e' adeguarsi e cavalcare l'onda insieme. Potremmo farlo. Ma al momento gli interessi di chi decide sono antitetici ad internet. Qualcuno dovrà cedere, e non e' detto che siano gli intermediari.

Potrebbe non cedere nessuno. Basterebbe lasciare ad internet essere se' stessa e lasciare agli autori la liberta' di scelta, coinvolgendo quindi gli intermediari nel nuovo modello.

Che ha un vantaggio: rendere tutti pensanti e attivi. No consumatori passivi di cultura.

Link utili:

  • Da Wikipedia - Decline of the studio system: "The studio system and the Golden Age of Hollywood succumbed to two forces in the late 1940s:

    • a federal antitrust action that separated the production of films from their exhibition; and
    • ^ the advent of television."

26.02.2009 Spataro



Economia circolare
Microservizi
Modelli di Business con Licenze commerciali, GPL, WordPress e Open Source v2.0
Google News piace agli editori italiani
Linee guida sulla concorrenza da Confindustria Toscana e Agcm
Prince: artista e innovatore anche nell'ecommerce
I proventi da YouTube comportano apertura di partita IVA ?
Puo' un browser rubare i guadagni pubblicitari ?
CIO e CPO
Sharing economy



Segui le novità in materia di Modelli di business su Civile.it via Telegram
oppure via email: (gratis Info privacy)


Dossier:



dallo store:
visita lo store






La prova del sorpasso pericoloso
adv IusOnDemand




Dal 1999 il diritto di internet. I testi sono degli autori e di IusOnDemand srl p.iva 04446030969 - diritti riservati - Privacy - Cookie - Condizioni d'uso - in 0.058