Civile.it
/internet
Osservatorio sul diritto e telecomunicazioni informatiche, a cura del dott. V. Spataro dal 1999, documenti.

Il dizionario e' stato letto volte.



Segui via: Email - Telegram
  Dal 1999   spieghiamo il diritto di internet  Store  Podcast  Dizionario News alert    
             

  


Comesiusainternet 12.12.2008    Pdf    Appunta    Letti    Post successivo  

Riutilizzare un vecchio computer: ecco cosa succede

Un breve racconto
Spataro

 

Indice generato dai software di IusOnDemand
su studi di legal design e analisi testuali e statistiche

T


Tre anni dopo ... riapro un computer un po' malridotto (cdrom fuori uso).

Causa l'influenza che mi sta tenendo a riposo, medito e faccio ordine.

In questi giorni ho ripreso in meno l'accozzaglia informatica che mi porto dietro in questi anni.

Un vecchio toshiba satellite 2540, per esempio.

Un computer con win xp, ma con 20gb di hard disk, divisi persino in due parti, in modo da avere una partizione linux da 5 gb.

Se penso cosa ho fatto con quel computer, mi sembra una pazzia.

Ora vi racconto come e' andata la riaccensione.

Dopo tre anni inutile aspettarsi di meglio: la batteria interna con le configurazioni dell'hardware era scarica.

In poche parole il primo messaggio e' che l'hard disk si e' perso. Dici nulla.

Avvio la configurazione del bios che ritrova e riconfigura tutto. Riavvio e parte regolarmente.

Mi chiede se usare linux o win. Cedo, e avvio win xp.

Con mia meraviglia vedo che parte in fretta. E' un pc ancora veloce, diavolo.


A distanza di anni scopro che il toshiba ha un monitor ancora straordinario ed enorme, secondo gli standard attuali. A confronto il mio mac e il nuovo eeepc1000 sono delle formichine.

Provo a far funzionare i programmi che avevo sopra, e curioso guardo cosa ho tenuto.

I programmi sono gli stessi che uso oggi. Solo alcuni fanno tenerezza: opera 3, thunderbird vecchissimo, itunes idem; altri invece sono assolutamente identici. Il fido antivirus e' ancora li', attivo.

Passo ai dati: testi, musica, pdf, tutto era stato gia' messo in sicurezza sul nuovo pc.

Mi fa tenerezza pensare che questo computer oggi e' ancora li' ottimo e pronto ad ascoltarmi.
Lo abbandonai dopo che, inserito un dvd, il lettore di dvd decise di lasciarmi a piedi.

In poche parole ho un pc che non e' in grado di leggere i cdrom, non si avvia da usb esterna, e potrei solo cambiare l'hard disk (mettendone uno con l'hd gia' inserito) o installare windows da cavo di rete, cosa che ancora oggi suscita i miei dubbi piu' arcani: come si fara' mai ?

Mi resta solo la chiavetta bluetooth (non aveva ne' wifi ne' bluetooth) che mi permette di scambiare, lentamente, qualche file con il fido mac book.

Connessioni di rete wifi, tra i due, manco a parlarne. Windows e' un po' esigentino.

Curioso un po' tra i programmi che sviluppavo allora. Tutti i sorgenti sono stati gelosamente messi in sicurezza da tempo, ma mi fa tenerezza vedere come tanti progetti software siano stati messi da parte per sviluppare su internet. Non c'e' mercato per il software paragonato al web.

Vedo quindi quanto impegno nella grafica, il software della macchina fotografica, ulead, permetteva di fare belle cose. Ma poi non l'ho portato con me, anche se il disco originale di installazione troneggia tra i dimenticati ...

Insomma, dopo tutti questi anni, un certo sconforto mi ha preso: possibile che i computer siano ancora cosi' uguali a come erano tanti anni fa ?

Il web e' cresciuto in modo esponenziale, ma i pc sono sempre gli stessi.

Cartelle, programmi, dati. Mouse e tasto destro e sinistro. Tastiere piu' o meno semplici.

Mi ripropongo di metterlo in vita. Cancello un po' di dati inutili, di programmi inutili, e mi trovo a cancellare gran parte dei miei sforzi del passato, perche' ora giudico inutile cercare di riprenderli. Meglio andare avanti, innovare completamente.

E alla fine mi trovo con wordpad per windows a scrivere queste due righe senza particolare fatica, un monitor stupendo, un portatile che non brucia le gambe con il suo calore, e tutto sommato affidabile. Anche se dovrei reinstallare windows per ripartire ben bene da zero, ma senza cdrom e' un problema.

Insomma: come reinstallo windows se l'unico disco di boot e' ... il floppy ?

Per inciso, ho ripreso i vecchi floppy che mi erano rimasti. Uno del 2000 e' ancora leggibile, un altro della stessa data no. Altri precedenti sono tutti illeggibili e nemmeno formattibili, erano a 720kb e per qualche motivo non riesco a leggerli ne' a formattarli. Come passa il tempo. Come passano le memorie.

Insomma: nostalgia a parte, ho cancellato tanti files e con essi tante idee che pensavo allora importanti. Riguardarle oggi, con il senno di poi, fa capire quanti sforzi si facciano sulle nuove tecnologie, sperando che una idea su cento ce la faccia.

^ AGGIORNAMENTO

Ho trovato un metodo per reinstallare windows.

Si deve formattare un floppy disk con i file di sistema. Poi si riavvia da floppy disk. Al prompt, si digita c: , poi cd i386 e poi winnt o winnt3.

Dopo 18 ore il toshiba sta ancora reinstallando i files. Credo che la durata sia legata ad una pulitura generale, se non una formattazione, del vecchio pc.

Se pero' avete bisogno di installare nuovamente da un cd esterno, dovete usare una utility che anche microsoft fornisce e che, in poche parole, installa il supporto del cdrom esterno, tramite usb, sul floppy di riavvio.

Per maggiori info cercate google: "install windows xp without cdrom usb"

12.12.2008 Spataro
spataro


4 chiacchiere con Pandemia sull'uso dello smartphone in viaggio
Il girone dei social network
Milano: Cyberbullismo, preveniamolo con l'educazione al digitale
Il browser migliore per il professionista e come navigare meglio internet
Alternative a Whatsapp, il migliore e' Line.me ?
Milano, c/o Confcommercio: Digital or Nothing
Alternative a Whatsapp, il migliore e' Telegram.org ?
Conclusa la settimana del SuperSummit Legal dedicata all'innovazione del diritto nelle attivita' online
Prima lettura del codice di autoregolamentazione contro il cyberbullismo
Cambia la tua posizione sulla sedia ora ... !



Segui le novità in materia di Comesiusainternet su Civile.it via Telegram
oppure via email: (gratis Info privacy)


Dossier:



dallo store:
visita lo store






Dal 1999 il diritto di internet. I testi sono degli autori e di IusOnDemand srl p.iva 04446030969 - diritti riservati - Privacy - Cookie - Condizioni d'uso - in 0.065