Civile.it
/internet
Osservatorio sul diritto e telecomunicazioni informatiche, a cura del dott. V. Spataro dal 1999, documenti.

Il dizionario e' stato letto volte. Scarica l'app da o da



Segui via: Email - Telegram
  Dal 1999   spieghiamo il diritto di internet  Store  Caffe20  Dizionario  App  Video Demo · Accesso · Iscrizioni    
             

  


Modello di atto di citazione - usura da mutuo bancario

Avv. Alberto Foggia - curatore dell'osservatorio di proc. civ.

adv iusondemand
Deposito obbligatorio 20.02.2008    Pdf    Appunta    Letti    Post successivo  

Burocrazia e web: attuato il deposito obbligatorio delle opere editoriali con decreto di San Valentino. Si applica anche al web ?

Approvato dopo anni di dimenticatoio il ministro Rutelli, non ancora dimissionario, firma un decreto che non e' cosi' ordinario come puo' sembrare.

Si discusse animatamente se fosse obbligatorio depositare ogni pagina internet presso gli enti oggi indicati.

Non si arrivo' a nulla: oggi il dibattito, nel silenzio dei media, e' riaperto. Chi deve depositare cosa, dove, quando e come ?

Nel testo in effetti si parla sempre di supporti o materiali informatici, indicando una materialitÓ assente nella distribuzione via internet, eccetto che per la sola regione Abruzzo dove e' previsto il deposito di documenti telematici

Invece chi vende cd o chiavette usb dovrÓ predisporre un deposito obbligatorio.

Photo credit to lckidwell

 

Indice

  • Art. 2.

DECRETO 28 dicembre 2007
Individuazione degli istituti depositari dei documenti della produzione editoriale, individuati in ciascuna regione e provincia autonoma in attuazione dell'articolo 4, comma 1, del decreto del Presidente della Repubblica 3 maggio 2006, n. 252. (GU n. 38 del 14-2-2008)

 

IL MINISTRO PER I BENI
E LE ATTIVITA' CULTURALI


Vista la legge 15 aprile 2004, n. 106 «Norme relative al deposito
legale dei documenti di interesse culturale destinati all'uso
pubblico» che prevede la costituzione di archivi nazionali e
regionali della produzione editoriale, in particolare gli articoli 1
e 2;


Visto il decreto del Presidente della Repubblica 3 maggio 2006, n.
252 «Regolamento recante norme in materia di deposito legale dei
documenti di interesse culturale destinati all'uso pubblico»
attuativo della sopra citata legge che, in particolare all'art. 4,
indica le modalita' e i tempi per la costituzione degli archivi della
produzione editoriale regionale in specifici istituti depositari;


Tenuto conto della delibera con cui, in data 18 ottobre 2007, la
Presidenza del Consiglio dei Ministri - Conferenza unificata (nota
26 ottobre 2007, prot. n. 5553) ha approvato l'elenco degli Istituti
delle regioni e province autonome depositari dei documenti della
produzione editoriale regionale, in attuazione dell'art. 4, comma 2
del decreto del Presidente della Repubblica 3 maggio 2006, n. 252;


Considerata la necessita', ai sensi dell'art. 4, comma 4 del citato
regolamento, di rendere noto a livello nazionale, l'elenco degli
istituti regionali depositari;


Decreta:


Art. 1.
Sono individuati in ciascuna regione e provincia autonoma i
seguenti istituti depositari dei documenti della produzione
editoriale regionale:


Regione Abruzzo
Istituti destinati alla conservazione delle copie delle produzioni
editoriali realizzate e diffuse sul territorio regionale:
A):
biblioteca provinciale «S. Tommasi», L'Aquila;
biblioteca provinciale «A. C. De Meis», Chieti;
biblioteca provinciale «G. D'Annunzio», Pescara;
biblioteca provinciale «M. Delfico», Teramo;
sedi di conservazione, con pertinenza territoriale di ambito
provinciale, dei documenti prodotti e diffusi su supporto di tipo
cartaceo, informatico, telematico, e quello adatto alla fruibilita'
dei soggetti disabili.
B):
biblioteca «G. Tantillo» dell'Istituto cinematografico, L'Aquila;
sede di conservazione dei documenti prodotti e diffusi su supporto di
tipo sonoro, filmico, fotografico, video d'artista e microforme.
C):
biblioteca del museo civico «Basilio Cascella», Pescara;
sede di conservazione dei documenti prodotti e diffusi in grafica
d'arte.


Regione Basilicata
Istituti destinati alla conservazione delle copie delle produzioni
editoriali realizzate e diffuse sul territorio regionale:
A):
biblioteca provinciale, Potenza;
biblioteca provinciale, Matera;
sedi di conservazione delle due copie regionali di tutti i documenti
stampati (libri, opuscoli, pubblicazioni periodiche, carte
geografiche, atlanti, manifesti, musica a stampa.
B):
biblioteca provinciale, Potenza;
mediateca provinciale, Matera;
sedi di conservazione della copia unica dei documenti sonori e video,
microforme, documenti diffusi su supporto informatico, documenti
fotografici, film, soggetti, sceneggiature, grafica d'arte e video
d'artista.


Regione Calabria
Istituti destinati alla conservazione delle copie delle produzioni
editoriali realizzate e diffuse sul territorio regionale:
A):
biblioteca nazionale, Cosenza;
sede di conservazione di una copia di tutta la produzione editoriale
regionale.
B):
biblioteca comunale «Filippo De Nobili», Catanzaro;
biblioteca civica, Cosenza;
biblioteca comunale «Armando Lucifero», Crotone;
centro sistema bibliotecario vibonese, Vibo Valentia;
biblioteca comunale «Pietro De Nava», Reggio Calabria;
sedi di conservazione di una copia della produzione editoriale del
territorio provinciale di riferimento.


Regione Campania
Archivio destinato alla conservazione delle copie delle produzioni
editoriali realizzate e diffuse sul territorio regionale:
biblioteca nazionale «Vittorio Emanuele III», Napoli;
biblioteca provinciale «Giulio e Scipione Capone», Avellino;
biblioteca provinciale «Antonio Mellusi», Benevento;
biblioteca comunale «Alfonso Ruggiero», Caserta;
biblioteca provinciale, Salerno;
sedi di conservazione, secondo il territorio provinciale di
appartenenza, dei documenti di cui all'art. 2, lettera f), del
decreto del Presidente della Repubblica 3 maggio 2006, n. 252.


Regione Emilia-Romagna

Istituti destinati alla conservazione delle copie delle produzioni
editoriali regionali realizzate e diffuse sul territorio regionale:
A):
biblioteca «Passerini Landi», Piacenza;
biblioteca Palatina, Parma;
biblioteca «Panizzi», Reggio Emilia;
biblioteca estense universitaria, Modena;
biblioteca universitaria, Bologna;
biblioteca Ariostea, Ferrara;
biblioteca «Saffi», Forli';
biblioteca Classense, Ravenna;
biblioteca «Gambalunga», Rimini;
sedi di conservazione di una copia di tutti i documenti destinati al
deposito legale (documenti: stampati, diffusi su supporto
informatico, sonori e video, di grafica d'arte, video d'artista e
fotografici) - tranne i film.
B):
biblioteca comunale dell'Archiginnasio, Bologna;
sede di conservazione di tutti i documenti stampati (libri, opuscoli,
pubblicazioni periodiche, carte geografiche e topografiche, atlanti,
manifesti, musica a stampa) e di quelli diffusi su supporto
informatico, ad eccezione di quelli sonori e video.
C):
Cineteca comunale, Bologna;
sede di conservazione del film iscritti nel pubblico registro
cinematografico.


Regione Friuli-Venezia Giulia
Istituti destinati alla conservazione delle copie delle produzioni
editoriali realizzate e diffuse sul territorio regionale:
biblioteca statale Isontina e biblioteca Civica, Gorizia;
biblioteca civica, Pordenone;
biblioteca civica «A. Hortis», Trieste;
biblioteca civica «V. Joppi», Udine;
sedi di conservazione di una copia della produzione editoriale del
territorio provinciale di riferimento, nonche' sedi di deposito delle
pubblicazioni per la costituzione dell'archivio della produzione
editoriale regionale.


Regione Lazio
Istituti destinati alla conservazione delle copie delle produzioni
editoriali realizzate e diffuse sul territorio regionale:
A):
archivio regionale del Lazio biblioteca dell'area servizi
culturali - Direzione regionale beni ed attivita' culturali, sport,
Roma;
sede di conservazione di una copia di tutti i documenti stampati.


B):
biblioteca comunale «Aldo Manuzio», Latina;
biblioteca comunale «Norberto Turizziani», Frosinone;
biblioteca comunale «Paroniana», Rieti;
biblioteca universitaria «Alessandrina», Roma;
Consorzio biblioteche, Viterbo;
sedi di conservazione della copia di fruizione di tutti i documenti
stampati.


C):
biblioteca centrale ragazzi, Roma;
sede di conservazione della copia di fruizione del patrimonio
documentale per ragazzi.


D):
discoteca di Stato - Museo dell'Audiovisivo, Roma;
sede di conservazione dei documenti sonori e video.


E):
cineteca nazionale - Centro sperimentale di cinematografia, Roma;
sede di conservazione dei video d'artista.


F):
archivio regionale biblioteca dell'area servizi culturali -
Direzione regionale beni ed attivita' culturali, sport, Roma;
sede di conservazione dei documenti di grafica d'arte, dei documenti
fotografici.


G):
cineteca nazionale - Centro sperimentale di cinematografia, Roma;
sede di conservazione dei film, dei soggetti, dei trattamenti e delle
sceneggiature cinematografiche.


H):
istituti depositari in elenco, sedi di deposito dei documenti
diffusi su supporto informatico, attribuiti nel rispetto della
tipologia dei documenti.


Regione Liguria
Istituti destinati alla conservazione delle copie delle produzioni
editoriali realizzate e diffuse sul territorio regionale:
A):
biblioteca universitaria, Genova;
sede di conservazione di una copia di ciascuna pubblicazione oggetto
dell'obbligo, previa sottoscrizione dell'accordo di cui all'art. 4,
comma 5 del decreto del Presidente della Repubblica 3 maggio 2006, n.
252.
B):
biblioteca civica «Berio», Genova;
biblioteca civica «Lagorio», Imperia;
biblioteca civica «Mazzini», La Spezia;
biblioteca civica «Barrili», Savona;
sedi di conservazione della seconda copia delle pubblicazioni edite
nelle corrispondenti province per le quali e' prevista la consegna di
due copie (a normativa vigente, documenti a stampa di cui all'art. 6
decreto del Presidente della Repubblica 3 maggio 2006, n. 252 e
documenti digitali diversi da quelli sonori e video di cui all'art.
32 del decreto del Presidente della Repubblica 3 maggio 2006, n. 252.


Regione Lombardia


Istituti destinati alla conservazione delle copie delle produzioni
editoriali realizzate e diffuse sul territorio regionale:
A):
biblioteca civica «Angelo Mai», Bergamo;
biblioteca civica Queriniana, Brescia;
biblioteca comunale, Como;
biblioteca statale e libreria civica, Cremona;
biblioteca comunale «Umberto Bozzoli», Lecco;
biblioteca comunale Laudese, Lodi;
biblioteca comunale Teresiana, Mantova;
biblioteca europea di informazione e cultura, Milano (BEIC);
biblioteca civica, Monza;
biblioteca universitaria, Pavia;
biblioteca civica, Sondrio;
biblioteca civica, Varese;

sedi di conservazione secondo il territorio provinciale di
appartenenza di una copia di tutti i documenti destinati al deposito
regionale (libri, opuscoli, pubblicazioni periodiche, carte
geografiche e topografiche, atlanti, manifesti, musica a stampa).


B):
biblioteca nazionale Braidense, Milano;


sede di conservazione della seconda copia di deposito regionale dei
materiali descritti all'art. 4 della legge 15 aprile 2004, n. 106,
limitatamente a tutti i materiali librari cartacei.


C):
biblioteca mediateca Santa Teresa, Milano;
sede di conservazione della seconda copia di deposito regionale dei
materiali descritti all'art. 4 della legge 15 aprile 2004, n. 106,
limitatamente a tutti i materiali audiovisuali e informatici.


D):
Conservatorio «G. Verdi», Milano;
sede di conservazione della seconda copia di deposito regionale dei
materiali descritti all'art. 4 della legge 15 aprile 2004, n. 106,
limitatamente a tutti i documenti musicali a stampa.


E):
museo per la fotografia contemporanea, Cinisello Balsamo;
sede di conservazione della seconda copia di deposito regionale dei
materiali descritti all'art. 4 della legge 15 aprile 2004, n. 106,
limitatamente a tutti i documenti fotografici.


F):
cineteca italiana;
sede di conservazione della seconda copia di deposito regionale dei
materiali descritti all'art 4 della legge 15 aprile 2004, n. 106,
limitatamente a tutti i documenti video, i film, i soggetti, i
trattamenti e le sceneggiature;


G):
biblioteca civica, Monza;
sede di conservazione della seconda copia di deposito regionale dei
materiali descritti all'art. 4 della legge 15 aprile 2004, n. l06,
limitatamente a tutti i titoli di letteratura per i ragazzi.


Regione Marche


Istituti destinati alla conservazione delle copie delle produzioni
editoriali realizzate e diffuse sul territorio regionale:
A):
biblioteca comunale «Benincasa», Ancona;
biblioteca comunale «Gabrielli», Ascoli Piceno;
biblioteca comunale «Spezioli», Fermo;
biblioteca comunale «Mozzi Borgetti», Macerata;
biblioteca Oliveriana, Pesaro;
biblioteche depositarie, ciascuna per il territorio provinciale di
riferimento, della prima copia delle seguenti tipologie di documenti
indicate all'art. 6, comma 3 ed all'art. 32, comma 4 del decreto del
Presidente della Repubblica 3 maggio 2006, n. 252:
a) documenti stampati: libri, opuscoli, pubblicazioni periodiche,
carte geografiche e topografiche, atlanti, manifesti, musica a
stampa;
b) documenti diffusi su supporto informatico (documenti su
qualunque supporto tecnologico, di tipo riscrivibile o non
riscrivibile, contenenti informazioni digitali), nonche' copia
d'obbligo delle seguenti tipologie di documenti indicate dall'art.
20, comma 2 del decreto del Presidente della Repubblica 3 maggio
2006, n. 252:
a) grafica d'arte, documenti fotografici, video d'artista anche
su supporto informatico.
B):
biblioteca del consiglio regionale delle Marche, Ancona:
sede depositaria per l'intero territorio regionale della
seconda copia d'obbligo delle seguenti tipologie di documenti
indicate all'art. 6, comma 3 ed all'art. 32, comma 4 del decreto del
Presidente della Repubblica 3 maggio 2006, n. 252:
a) documenti stampati: libri, opuscoli, pubblicazioni
periodiche, carte geografiche e topografiche, atlanti, manifesti,
musica a stampa;
b) documenti diffusi su supporto informatico (documenti su
qualunque supporto tecnologico, di tipo riscrivibile o non
riscrivibile, contenenti informazioni digitali).
C):
mediateca regionale delle Marche, Ancona:
sede depositaria, per l'intero territorio regionale, della
copia d'obbligo delle seguenti tipologie di documenti indicate
rispettivamente dall'art. 14, comma 2 e dall'art. 26, comma 4 del
decreto del Presidente della Repubblica 3 maggio 2006 n. 252:
a) documenti sonori e video anche su supporto informatico;
b) film (spettacolo realizzato su supporti di qualsiasi
natura, anche digitale, con contenuto narrativo o documentaristico,
iscritto al pubblico registro cinematografico).


Regione Molise
Istituti destinati alla conservazione delle copie delle produzioni
editoriali realizzate e diffuse sul territorio regionale:
A):
biblioteca provinciale «P. Albino», Campobasso;
biblioteca comunale «M. Romano», Isernia;
sedi di conservazione di una copia di tutti i documenti destinati al
deposito legale.
B):
biblioteca provinciale «P. Albino», Campobasso;
sede di conservazione della seconda copia di tutti i documenti
stampati e di quelli diffusi su supporto informatico, documenti
sonori e video e documenti oggetto di esonero parziale.


Regione Piemonte
Istituti destinati alla conservazione delle copie delle produzioni
editoriali realizzate e diffuse sul territorio regionale:
A):
biblioteche civiche, Torino;
biblioteca civica, Alessandria;
biblioteca consortile Astense;
biblioteca civica, Biella;
biblioteca civica, Cuneo;
biblioteca civica, Novara;
biblioteca civica, Verbania;
biblioteca civica, Vercelli;
biblioteche depositarie, ciascuna per il territorio provinciale di
riferimento, di una copia di libri, opuscoli, pubblicazioni
periodiche, carte geografiche e topografiche, atlanti, manifesti,
musica a stampa prodotti dagli editori e dagli altri soggetti
obbligati aventi sede nei predetti territori provinciali.
B):
biblioteca nazionale, Torino - depositaria:
a) di una copia di libri, opuscoli, pubblicazioni periodiche,
carte geografiche e topografiche, atlanti, manifesti, musica a stampa
prodotti dagli editori e dagli altri soggetti obbligati aventi sede
nel territorio regionale;
b) di una copia di documenti sonori e video, di grafica d'arte
e video d'artista prodotti dagli editori e dagli altri soggetti
obbligati, aventi sede nel territorio regionale.
C):
museo nazionale del cinema,Torino;
sede di conservazione di una copia di film, soggetti, trattamenti e
sceneggiature e documenti fotografici prodotti dagli editori e dagli
altri soggetti obbligati aventi sede nel territorio regionale.


Regione Puglia
Istituti destinati alla conservazione delle copie delle produzioni
editoriali realizzate e diffuse sul territorio regionale:
A):
biblioteca nazionale «Sagarriga Visconti Volpi», Bari;
sede di conservazione di una copia dell'archivio regionale di tutta
la produzione editoriale della regione Puglia, libri, opuscoli,
pubblicazioni periodiche, carte geografiche e topografiche, atlanti,
manifesti, musica a stampa; sede inoltre di conservazione dei
documenti di grafica d'arte e dei documenti fotografici.
B):
biblioteca provinciale, Bari;
biblioteca provinciale, Brindisi;
biblioteca provinciale, Foggia;
biblioteca provinciale, Lecce;
biblioteca civica «Acclavio», Taranto;
sedi di conservazione della seconda copia, secondo il territorio
provinciale di competenza.
C):
mediateca regionale;
sede di conservazione dei documenti sonori e video, i film, i
trattamenti e le sceneggiature, prodotti nella regione Puglia.


Regione Sardegna
Archivio della produzione editoriale regionale preposto al deposito
dei documenti destinati all'uso pubblico:
biblioteca regionale, Cagliari.


Regione Sicilia

A):
biblioteca centrale della regione Sicilia;
depositaria dei:
a) documenti stampati, compresi quelli realizzati per essere
fruibili da parte di soggetti disabili;
b) documenti diffusi su supporto informatico (ad eccezione dei
documenti su supporto informatico di cui all'art. 32, comma 2 del
decreto del Presidente della Repubblica 3 maggio 2006, n. 252).
B):
centro regionale per il catalogo;
sede di conservazione dei documenti sonori e video, documenti
fotografici, film, soggetti, trattamenti e sceneggiature
cinematografiche e sceneggiature cinematografiche su qualsiasi
supporto.
C):
museo regionale di arte contemporanea;
sede di conservazione dei documenti di grafica d'arte e video
d'artista.
D):
biblioteca comunale, Agrigento;
biblioteca comunale, Caltanissetta;
biblioteca regionale Universita' di Catania;
biblioteca comunale, Enna;
biblioteca regionale Universitaria, Messina;
biblioteca comunale, Palermo;
biblioteca comunale, Ragusa;
biblioteca comunale, Siracusa;
biblioteca «Fardelliana» per la provincia di Trapani;
sedi di deposito della seconda copia, secondo il territorio
provinciale di competenza.


Regione Toscana
Istituti destinati alla conservazione delle copie delle produzioni
editoriali realizzate e diffuse sul territorio regionale:
A):
biblioteca citta' di Arezzo, Arezzo;
biblioteca Marucelliana, Firenze;
biblioteca comunale Chelliana, Grosseto;
biblioteca comunale Labronica, Livorno;
biblioteca statale, Lucca;
biblioteca civica «Stefano Giampaoli», Massa;
biblioteca universitaria, Pisa;
biblioteca comunale Forteguerriana, Pistoia;
biblioteca comunale «Alessandro Lazzerini», Prato;
biblioteca comunale degli Intronati, Siena;
sedi di conservazione di due copie d'obbligo (salvo i casi di
esonero), secondo il territorio provinciale di appartenenza, di
libri, opuscoli, pubblicazioni periodiche, carte geografiche e
topografiche, atlanti, manifesti, musica a stampa.
B):
biblioteca Marucelliana, Firenze;
biblioteca di Villa Montalvo, Campi;
sede di conservazione per l'intero territorio regionale dei libri di
letteratura per ragazzi della 1ª copia (copia unica per i casi di
esonero) e 2ª copia regionale.
C):
fondazione mediateca regionale Toscana, Firenze;
sede di conservazione per l'intero territorio regionale di una copia
dei documenti sonori e video, i film, i soggetti, i trattamenti e le
sceneggiature prodotti nel territorio della regione Toscana;
D):
centro per l'arte contemporanea «Luigi Pecci», Prato;
sede di conservazione per l'intero territorio regionale di una copia
dei documenti di grafica d'arte, i documenti fotografici ed i video
d'artista.


Regione Trentino-Alto Adige

Provincia di Bolzano:
Istituti destinati alla conservazione delle copie delle produzioni
editoriali realizzate e diffuse sul territorio provinciale:
biblioteca provinciale di lingua italiana «Claudia Augusta»;
biblioteca provinciale «Dr. Friedrich TeBmann».
Provincia di Trento:
Istituto destinato alla conservazione delle copie delle produzioni
editoriali realizzate e diffuse sul territorio provinciale:
biblioteca comunale, Trento.


Regione Umbria
Istituti destinati alla conservazione delle copie delle produzioni
editoriali realizzate e diffuse sul territorio regionale:
A):
biblioteca comunale «Augusta», Perugia;
biblioteca comunale, Terni;
sedi di conservazione, secondo il territorio provinciale di
appartenenza, di due copie relative a libri, opuscoli, pubblicazioni
periodiche, carte geografiche e topografiche, atlanti, manifesti,
musica a stampa.
B):
Biblioteca comunale, Terni;
sede di conservazione di una copia dei documenti sonori e video, i
film, i soggetti, i trattamenti, le sceneggiature, i documenti di
grafica d'arte, fotografici e i video d'artista prodotti nella
regione Umbria.
Regione Valle d'Aosta
Istituto destinato alla conservazione delle copie delle produzioni
editoriali realizzate e diffuse sul territorio regionale:
Biblioteca regionale, Aosta.


Regione Veneto
Istituti destinati alla conservazione delle copie delle produzioni
editoriali regionali realizzate e diffuse sul territorio regionale:
A):
Biblioteca civica, Belluno;
Accademia dei Concordi, Rovigo;
Biblioteca comunale, Treviso;
Biblioteca civica, Verona;
Istituzione biblioteca civica Bertoliana, Vicenza;
sedi di deposito di due copie dei documenti stampati ed una copia del
documenti su supporto informatico.
B):
Biblioteca universitaria, Padova;
Biblioteche padovane associate con sede c/o la biblioteca civica
di Abano Terme;
Biblioteca nazionale Marciana, Venezia;
Biblioteca civica, San Dona' di Piave;
sedi di deposito di una copia dei documenti stampati alle biblioteche
padovane associate va anche una copia dei documenti su supporto
informatico.
C):
Biblioteche padovane associate con sede c/o la Biblioteca civica
di Abano Terme;
sede di una copia dei documenti sonori e video.
D):
comune di Verona;
sede di una copia dei video d'artista e della grafica d'arte.
E):
foto Archivio storico trevigiano della provincia di Treviso;
sede di una copia dei documenti fotografici:
F):
Mediateca regionale, convenzionata per la conservazione delle
pellicole con la cineteca del Friuli;
sede di conservazione di una copia dei film.
G):
Mediateche padovane associate, aderenti al circuito della
Mediateca regionale;
sede di conservazione di una copia dei soggetti, trattamenti e
sceneggiature cinematografiche.



Art. 2.
L'elenco degli istituti puo' essere integrato e/o modificato a
seguito di atti regionali di modifica dell'individuazione degli
istituti depositari, assunti previo parere conforme della Conferenza
unificata.


Roma, 28 dicembre 2007


Il Ministro: Rutelli

20.02.2008 Spataro
Fonte: Gazzetta Ufficiale




Segui le novità in materia di Deposito obbligatorio su Civile.it via Telegram
oppure via email: (gratis Info privacy)



Dossier:



dallo store:
visita lo store

Altro su Deposito obbligatorio:


"Mai mettersi contro uno stupido, ti porta al suo livello e ti batte con l'esperienza." - Oscar Wilde


Spieghiamo contratti, ecommerce, privacy e il diritto di internet su Civile.it dal 1999



Tinyletter - I testi sono degli autori e di IusOnDemand srl p.iva 04446030969 - diritti riservati - Privacy - Cookie - Condizioni d'uso - in