Civile.it
/internet
Osservatorio sul diritto e telecomunicazioni informatiche, a cura del dott. V. Spataro dal 1999, documenti.

Il dizionario e' stato letto volte. Scarica l'app da o da



Segui via: Email - Telegram
  Dal 1999   spieghiamo il diritto di internet  Store  Caffe20  Dizionario  App  Video Demo · Accesso · Iscrizioni    
             

Abbonati:




Scarica il dizionario:


Per cancellarsi dalla precedente newsletter interna

  


Telefoni 08.06.2007    Pdf    Appunta    Letti    Post successivo  

Le nuove clausole contrattuali nell'uso dei cellulari: durata minima di 24 mesi e l'addebito su carta di credito. Le penali per il recesso anticipato

Ci sono mode anche nelle clausole contrattuali. Vediamo quali sono le piu' recenti.

 

Indice

    Arriva l'estate, tempo di telefonini, verrebbe voglia di dire.

    Fioccano le iniziative per l'estate, tempo di vacanze e persone che, in movimento, fanno telefonate.

    Le curiose pubblicità, che mostriamo di seguito, insistono sugli aspetti piu' carini dell'estate: un playmobil al mare e una fantastica maggiorata in bikini. Ma le tariffe sono altra cosa.

    Ora il problema di tutti e' avere una soluzione adeguata.

    Spesso si ragiona in termini di immediatezza: questa e' la tariffa migliore oggi.

    Tuttavia i contratti smontano subito i facili entusiasmi: la valutazione del cliente di oggi deve diventare vincolante per 24 mesi.

    Questa e' la moda del momento. Un po' come se per abbonarci ad un giornale dicessero: o due anni o niente, anzi, se recedi prima, mi paghi lo stesso.

     

    vodfonebusinesslife.jpg

    L'immagine del pupazzo al mare mi sembra ora l'immagine di un pupazzo ibernato su una landa ghiacciata che ha spento il cervello.

    Vodafone e', tra tutti, quella che sta spingendo meno su questa tipologia di contratto, proponendo invece le classiche offerte. Sembra preferibile quindi.

    Si', perche' non si pensa mai alla durata dei contratti. In un mercato cosi' concorrenziale anche una tecnologia puo' nascere ed essere piu' adeguata, ma con contratti di lunga durata non avremo convenienza a sottoscriverne un'altra (non potendo recedere dalla vecchia).

    Nemmeno per i telefoni fissi c'e' tanto rigore (per ora...).

    Il vantaggio e' duplice: si riduce la mobilità dei clienti tra gli operatori e i costi restano fissi in un mercato dove i costi scendono. Eccetto degli SMS.

     

    timaxidayvacanze.jpg

    Tim ci invita ad entrare nell'offerta Maxi. Meraviglioso equivoco. E a quali condizioni !

    La nuova clausola (tecnica di wind, intendiamoci) e': "Se attivi una TIM Card dal 4 giugno al 31 agosto." Nel testo alla fonte gli stili sono al contrario

    Bisogna attivare una nuova card. Ma il primo contratto (e il primo cambio di tariffa) sono sempre stati gratuiti, che novità c'e' ?

    Il testimonial.

    Al superamento dei 500 SMS/MMS o di 500 minuti di chiamate, i successivi SMS, MMS o minuti di chiamate saranno tariffati in base ai costi previsti dal proprio profilo tariffario.

    Ora ditemi se, leggendo un giornale, devo stare attento a non sfogliare troppe pagine perche' potrei sforare le condizioni contrattuali ed entrare in un'altra fascia.

    Lungi dall'essere una opportunità per il cliente diventa un rischio per il consumatore che mentre telefona deve continuamente pensare a quanto gli resta di ricarica per poi, con lungimirante razionalità, ricalcolare il costo delle telefonate.

    Il tutto diventa ancora piu' rischioso se si sottoscrivono altre clausole, quelle spesse contenute nei contratti di 24 mesi minimo, che prevedono l'attivazione solo con carta di credito o conto corrente.

    LA FRONTIERA DELLE CARTE DI CREDITO E DEI RID

    Automatico addebito in banca ! Ci sono offerte vantaggiose in certe ore, certi giorni, certi consumi, certi momenti. Esaurita la condizione, ci sono costi ulteriori.

    Con l'addebito in banca o su carta di credito il gioco e' fatto: controllare quanto si spende diventa ancora piu' difficile.

    CONCLUSIONE

    I nuovi gestori si adattano al mercato, e' evidente. Molti giovanissimi parlano a lungo con il telefonino e non se ne sanno staccare, non percependo il valore della spesa.

    Purtroppo pero' le nuove clausole creano confusione, troppa. Sono scritte correttamente, ma poi in fase di applicazione, non solo di proposta, e' veramente difficile sapere quanto si sta spendendo per una telefonata.

    Il fatto che poi alcune clausole sono previste per alcuni contratti e non per altre, in linea di principio evidente, impedisce ogni confronto ma soprattutto impedisce al singolo di capire quale tariffa seguire.

    E allora il ricaricabile, che serve proprio a controllare quanto si spende, perde sempre di piu' la propria natura.

    NEL DUBBIO ?

    Usare poco il telefono. Gli SMS sono rimasti gli unici chiari. Incredibilmente costosi, ma chiari.

    Se poi si vuole qualcosa, non lasciarsi abbindolare dall'offertona dell'ultimo minuto, che pero' vincola per 24 mesi. In 24 mesi capita di tutto, e se si pensa ai propri interessi ci si deve chiedere: mi danno un contratto chiaro per 24 mesi o poi avro' altri costi, trasformando il mio contratto in una cambiale in bianco (prepagata) ?

    08.06.2007 Spataro
    Fonte:




    Segui le novità in materia di Telefoni su Civile.it via Telegram
    oppure via email: (gratis Info privacy)



    Dossier:



    dallo store:
    visita lo store

    Altro su Telefoni:


    "Illumino spesso gli altri ma io rimango sempre al buio." - Alda Merini


    Spieghiamo contratti, ecommerce, privacy e il diritto di internet su Civile.it dal 1999



    Tinyletter - I testi sono degli autori e di IusOnDemand srl p.iva 04446030969 - diritti riservati - Privacy - Cookie - Condizioni d'uso - in