Civile.it
/internet
Osservatorio sul diritto e telecomunicazioni informatiche, a cura del dott. V. Spataro dal 1999, documenti.

Il dizionario e' stato letto volte.



Segui via: Email - Telegram
  Dal 1999   spieghiamo il diritto di internet  Store  Caffe20  Dizionario  App  Video Demo · Accesso · Iscrizioni    
             

  


Copyright 17.11.2006    Pdf    Appunta    Letti    Post successivo  

Direttiva sulle sanzioni penali a tutela deì diritti di proprietà intellettuale

Sanzioni penali contro la contraffazione intenzionale di un marchio o di violazione del diritto d’autore su scala commerciale.

Quale relazione con la strenue difesa della non brevettabilità del software ?
Spataro

 

Indice generato dai software di IusOnDemand
su studi di legal design e analisi testuali e statistiche

R

Ritenendo la pirateria e la contraffazione di prodotti e marchi europei da parte delle industrie cinesi «una grave violazione delle regole del commercio internazionale», la relazione invita la Commissione ad adottare misure appropriate per proteggere la proprietà intellettuale delle imprese europee. In proposito, adottando un emendamento avanzato da numerosi deputati italiani, il Parlamento accoglie con favore la proposta di direttiva sulle misure penali finalizzate ad assicurare il rispetto dei diritti di proprietà intellettuale, «auspicandone una rapida approvazione». D'altra parte, gli Stati membri sono esortati a sviluppare un efficace controllo del mercato per proteggere il più possibile i consumatori europei da prodotti che non corrispondono alle norme CE. Fonte: http://www.europarl.europa.eu/news/expert/infopress_page/026-1339-286-10-41-903-20051010IPR01210-13-10-2005-2005-false/default_it.htm
Speriamo solamente, ma dubitiamo, che questo giro di vite non blocchi lo sviluppo del software, protetto come e' noto dal diritto d'autore.
I promotori della non brevettabilità del software l'avranno visto ?

Articolo 3

Si tratta di un articolo che impone agli Stati membri di qualificare come reato qualsiasi violazione intenzionale di un diritto di proprietà intellettuale commessa su scala commerciale. L’articolo riguarda anche il tentativo, la complicità e l’istigazione. Il criterio della scala commerciale è stato ripreso dall’articolo 61 dell’Accordo sugli aspetti dei diritti di proprietà intellettuale che riguardano il commercio (Accordo sugli ADPIC), concluso il 15 aprile 1994, che vincola tutti i membri dell’Organizzazione mondiale del commercio. L’articolo 61 dell’accordo ADPIC stabilisce che «i membri prevedono procedimenti penali e sanzioni da applicare almeno nei casi di contraffazione intenzionale di un marchio o di violazione del diritto d’autore su scala commerciale. I possibili provvedimenti comprendono pene detentive e/o pecuniarie sufficienti a costituire un mezzo di dissuasione, coerentemente con il livello delle sanzioni applicate per violazioni di corrispondente gravità. Ove opportuno, i possibili provvedimenti comprendono anche il sequestro, la confisca e la distruzione dei prodotti in causa e di qualsiasi materiale e strumento utilizzato principalmente per l’esecuzione del reato. Gli Stati membri possono prevedere procedimenti penali e sanzioni applicabili ad altri casi di violazione dei diritti di proprietà intellettuale, in particolare se si tratta di atti commessi deliberatamente e su scala commerciale».

Il reato dev’essere intenzionale, deve cioè essere commesso deliberatamente, che si tratti di una violazione della proprietà intellettuale o di un tentativo di violazione, di complicità o di istigazione. ^ Ciò non rimette in discussione i regimi specifici di responsabilità stabiliti, come il regime di responsabilità dei prestatori di servizio Internet previsto a norma degli articoli da 12 a 15 della direttiva 2000/31/CE sul commercio elettronico.

 

17.11.2006 Spataro
Eur-Lex


Videocorso in offerta: Diritto d'autore e privacy per creatori di contenuti - solo per tre giorni
L'Agcom chiederebbe pieni poteri al Parlamento per tutelare il diritto d'autore online e chiudere Telegram
Copyright: l'Agcom non puo' sanzionare per la rimozione di contenuti. La sentenza.
Testo provvisorio sulla riforma del copyright
Vimeo: hosting attivo avendo un motore di ricerca
Copyright: nella forma un testo di legge, nella pratica una velina aziendale
Editori e copyright: boomerang in arrivo.
Sentenza del Tribunale di Roma contro Facebook per link in violazione al copyright e diffida a rimuovere
Copyright: la riforma europea e' in linea di arrivo, vincono gli editori
Copyright: matrix reloaded, bocciata nel silenzio degli editori



Segui le novità in materia di Copyright su Civile.it via Telegram
oppure via email: (gratis Info privacy)


Dossier:



dallo store:
visita lo store






Le basi operative del GDPR
Valutazione: 4.55 su 5
adv IusOnDemand




Dal 1999 il diritto di internet. I testi sono degli autori e di IusOnDemand srl p.iva 04446030969 - diritti riservati - Privacy - Cookie - Condizioni d'uso - in 0.026