Civile.it
/internet
Osservatorio sul diritto e telecomunicazioni informatiche, a cura del dott. V. Spataro dal 1999, documenti.

Il dizionario e' stato letto volte.



Segui via: Email - Telegram
  Dal 1999   spieghiamo il diritto di internet  Store  Podcast  Dizionario News alert    
             

  


Generico 25.08.2003    Pdf    Appunta    Letti    Post successivo  

Corso di laurea triennale in «Operatore informatico-giuridico».

Una interessante iniziativa. Dopo anni di soli giuristi o soli programmatori, aspettavo qualcuno con cui discutere di oltre 15 linguaggi di programmazione ed insieme di diritto. Al link indicato.
Spataro

 

C

CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN «OPERATORE INFORMATICO-GIURIDICO» Rispondendo a specifiche esigenze del mercato, in una realtà sempre più caratterizzata dall’uso delle nuove tecnologie nei contesti industriali, imprenditoriale, lavorativi, organizzativi e sociali, la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Bologna ha attivato, a partire dall’A.A. 2003/2004, il corso di laurea triennale in «Operatore informatico-giuridico». Il corso si propone di formare figure giuridiche professionali particolarmente qualificate nel settore del diritto delle nuove tecnologie e dell’informatica giuridica, conferendo loro un’adeguata preparazione interdisciplinare idonea a sbocchi professionali specifici. Al termine del corso di studi, infatti, dovranno padroneggiare competenze atte a gestire l’introduzione dell’innovazione tecnologica in tutti i contesti giuridici, sia con riferimento al settore imprenditoriale e libero professionale - legale e notarile -, sia con riferimento al settore giudiziario, legislativo e della Pubblica Amministrazione. I laureati nel corso di laurea per operatore informatico-giuridico devono pertanto: a) possedere una solida preparazione di base teorico-giuridica, giuridica, economica, informatica e informatico-giuridica, nonché la sicura conoscenza di particolari settori dell’ordinamento giuridico e la capacità di applicare la normativa ad essi pertinente; b) possedere adeguate competenze per lo scambio di informazioni, la comunicazione e la gestione dell’informazione con strumenti e metodi informatici e telematici, la redazione informatizzata dei testi giuridici, per l’archiviazione e la diffusione dell’informazione giuridica, per la sicurezza dello scambio di comunicazioni con riferimento sia ai sistemi informativi della Pubblica Amministrazione, sia a quelli delle attività produttive aziendali e professionali; c) saper utilizzare efficacemente, in forma scritta e orale, la lingua inglese, oltre a quella italiana, in particolare nell’ambito delle competenze sopra indicate. L’articolazione degli studi nel triennio è stata concepita per fornire una salda preparazione giuridica (78 crediti), economica (9 crediti), una solida preparazione informatica (55 crediti), ed un’ampia scelta di insegnamenti complementari (29 crediti) in sinergia con i corsi di informatica giuridica e di diritto dell’informatica. Il piano didattico si articola ponendo attenzione, accanto ai tradizionali insegnamenti giuridici di area privatistica e pubblicistica - diritto privato, diritto commerciale, teoria generale del diritto, diritto costituzionale, diritto amministrativo, diritto processuale civile -, anche al diritto dell’informatica, che viene ad assumere particolare rilevanza. Tale insegnamento, infatti, si articola in due corsi: il primo - diritto dell’informatica I - è dedicato allo studio delle problematiche giuridiche di area privatistica, tra le quali: proprietà intellettuale (disciplina giuridica del software, delle banche di dati, dell’opera multimediale, del firmware, dei domain names), contratti (informatici, ad oggetto informatico e telematici), documento informatico e firma digitale, commercio elettronico, vendite a distanza, commercializzazione a distanza di servizi finanziari ed assicurativi, agenti software, privacy e trattamento di dati personali; il secondo corso - diritto dell’informatica II - si propone, invece, di affrontare lo studio delle questioni giuridiche legate all’uso di tecnologie informatiche e telematiche sotto il profilo giuspubblicistico, con particolare riguardo a quelle relative al diritto penale, ai diritti ed alle libertà costituzionalmente garantite (libertà di manifestazione del pensiero, libertà di comunicazione e segretezza della corrispondenza, libertà di iniziativa economica privata), al diritto amministrativo, al diritto processuale (processo telematico, individuazione della competenza giurisdizionale tra Stati diversi, nonché del giudice territorialmente competente). Le competenze tecnologiche si acquisiranno attraverso un adeguato numero di insegnamenti informatici obbligatori, tra i quali Fondamenti di informatica, Informatica giuridica di base, Informatica giuridica avanzata, Algoritmi e programmazione, Basi di dati e sistemi normativi, nonché altri insegnamenti opzionali aventi ad oggetto lo studio delle reti di comunicazione telematiche (Internet in particolare), della sicurezza, dei modelli di dati, dell’editoria digitale, dell’informatica forense, i quali pongono in grado l’operatore di affrontare e risolvere compiutamente le questioni giuridiche legate all’avvento delle nuove tecnologie. I suddetti insegnamenti investiranno i seguenti domini: fondamenti di programmazione, strutture e archivi di dati e informazioni, sistemi software applicativi, reti di calcolatori e Internet, sistemi informativi e sistemi informatici, metodologie di supporto al lavoro intellettuale e alle attività decisionali, i temi correlati alla sicurezza, metodi e tecniche per la progettazione di sistemi informatici ed informativi complessi. Il corso di laurea è a numero chiuso, in ragione di 40 iscritti per l’A.A. 2003/2004, selezionati mediante una prova scritta con domande a risposta multipla che si terrà in data 26 settembre 2003. Le domande di ammissione dovranno essere presentate entro e non oltre il giorno 22 settembre 2003, ore 11:30. Per maggiori informazioni può essere consultato, presso il sito Internet della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Bologna, il seguente indirizzo: www.giuri.unibo.it/Giurisprudenza/Notizie/default_informativatriennio.htm, o ci si può rivolgere direttamente all’Ufficio Didattico della Facoltà di Giurisprudenza sede di Bologna, (tel. 051.209.87.48 dalle 12,30 alle 13,30), info@giuri.unibo.it.

25.08.2003 Spataro
Univ. Bologna


Skype e le intercettazioni possibili
Il Garante della Privacy su una attivita' in internet e spider per raccogliere email
Sentenze on line: tantissime
Software in arrivo: skype, open office, thunderbird
Centro globale per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione nei Parlamenti
Appello Aiip per salvare la banda larga in Italia*
Pedofilia sempre più combattuta
Rootkit Sony: odissea.
Registro italiano imprese
Telematica giuridica. Utilizzo avanzato delle nuove tecnologie da parte del professionista del diritto.



Segui le novità in materia di Generico su Civile.it via Telegram
oppure via email: (gratis Info privacy)


Dossier:



dallo store:
visita lo store






Dal 1999 il diritto di internet. I testi sono degli autori e di IusOnDemand srl p.iva 04446030969 - diritti riservati - Privacy - Cookie - Condizioni d'uso - in 0.165