Civile.it
/internet
Osservatorio sul diritto e telecomunicazioni informatiche, a cura del dott. V. Spataro dal 1999, documenti.

Il dizionario e' stato letto volte.



Segui via: Email - Telegram
  Dal 1999   spieghiamo il diritto di internet  Store  Podcast  Dizionario News alert    
             

  


E-Communication 05.12.2000    Pdf    Appunta    Letti    Post successivo  

Netiquette

La netiquette e' la raccolta degli usi in rete. Il nic li ha tradotti in italiano al link indicato.
Valentino Spataro

 

C

Così scrivevo il 5 dicembre 2000:

La netiquette è la raccolta degli usi in rete. Il nic li ha tradotti in italiano al link indicato.

Oggi 24.5.2017, quel link, non è più attivo.

Ho ritrovato tramite la wayback machine la pagina di allora, la ripropongo nella versione.

Alcuni hanno provato a condificarle a proprio modo. Sono tutti progetti interessanti. ^ Ma sono consuetidini: andrebbero trovati gli elementi comuni, questi sono quelli cogenti.

Attenzione: ^ NON sono norme di buona educazione, ma di corretto comportamento. Chi non le segue può essere allontanato dalla community o dal servizio.

Oggi si direbbero gli AUP, Acceptable use policy, che ho catalogato su legalgeek.it

Quindi sono regole di corretto comportamento (non buon comportamento tipo Galateo per intenderci) e ^ soprattutto sono cogenti giuridicamente come ogni consuetudine (v. codice civile), sia a fini contrattuali che extracontrattuali.

^ Imperdibile infine il testo di Livraghi, tutto online dal 2001, che i nostalgici ricorderanno sicuramente.

Proprio il rispetto di queste regole, da parte degli utenti e dei sysop, gli odierni amministratori di sistema, aiutava a prevenire la nascita degli haters e dei troll di ogni tipo che venivano isolati subito.

Qualcosa da ricordare.

Versione A:

ALLEGATO 1

N E T I Q U E T T E
Etica e norme di buon uso dei servizi di rete

Fra gli utenti dei servizi telematici di rete, prima fra tutte la rete Internet, ed in particolare fra i lettori dei servizi di "news" Usenet, si sono sviluppati nel corso del tempo una serie di "tradizioni" e di "principi di buon comportamento" (galateo) che vanno collettivamente sotto il nome di "netiquette". Tenendo ben a mente che la entità che fornisce l'accesso ai servizi di rete (provider, istituzione pubblica, datore di lavoro, etc.) può regolamentare in modo ancora più preciso i doveri dei propri utente, riportiamo in questo documento un breve sunto dei principi fondamentali della "netiquette", a cui tutti sono tenuti ad adeguarsi.

  • 1 - Quando si arriva in un nuovo newsgroup o in una nuova lista di distribuzione via posta elettronica, è bene leggere i messaggi che vi circolano per almeno due settimane prima di inviare propri messaggi in giro per il mondo: in tale modo ci si rende conto dell'argomento e del metodo con cui lo si tratta in tale comunita'.

  • 2 - Se si manda un messaggio, è bene che esso sia sintetico e descriva in modo chiaro e diretto il problema. Specificare sempre, in modo breve e significativo, l'oggetto (campo "Subject") del testo incluso nella mail. Se si utilizza un "signature file", mantenerlo breve e significativo.

  • 3 - Non divagare rispetto all'argomento del newsgroup o della lista di distribuzione via posta elettronica.

  • 4 - Evitare, quanto più possibile, broadcast del proprio messaggio verso molte mailing list (o newsgroups). Nella stragrande maggioranza dei casi esiste una ed una sola mailing list che costituisce il destinatario corretto, e che include tutti e soli gli utenti che sono effettivamente interessati.

  • 5 - Se si risponde ad un messaggio, evidenziare i passaggi rilevanti del messaggio originario, allo scopo di facilitare la comprensione da parte di coloro che non lo hanno letto, ma non riportare mai sistematicamente l'intero messaggio originale, se non quando sia necessario.

  • 6 - Non condurre "guerre di opinione" sulla rete a colpi di messaggi e contromessaggi: se ci sono diatribe personali, è meglio risolverle via posta elettronica in corrispondenza privata tra gli interessati.

  • 7 - Non pubblicare mai, senza l'esplicito permesso dell'autore, il contenuto di messaggi di posta elettronica.

  • 8 - Non pubblicare messaggi stupidi o che semplicemente prendono le parti dell'uno o dell'altro fra i contendenti in una discussione. Leggere sempre le FAQ (Frequently Asked Questions) relative all'argomento trattato prima di inviare nuove domande.

  • 9 - Non inviare tramite posta elettronica messaggi pubblicitari o comunicazioni che non siano state sollecitate in modo esplicito.

  • 10 - Non essere intolleranti con chi commette errori sintattici o grammaticali. Chi scrive, è comunque tenuto a migliorare il proprio linguaggio in modo da risultare comprensibile alla collettivita'.

Alle regole precedenti, vanno aggiunti altri criteri che derivano direttamente dal buon senso:

  • A - La rete è utilizzata come strumento di lavoro da molti degli utenti. Nessuno di costoro ha tempo per leggere messaggi inutili o frivoli o di carattere personale, e dunque non di interesse generale.

  • B - Qualunque attività che appesantisca il traffico o i servizi sulla rete, quali per esempio il trasferimento di archivi voluminosi o l'invio di messaggi di posta elettronica contenenti grossi allegati ad un gran numero di destinatari, deteriora il rendimento complessivo della rete. Si raccomanda pertanto di effettuare queste operazioni in modo da ridurre il più possibile l'impatto sulla rete. In particolare si raccomanda di:

    • effettuare i trasferimenti di archivi in orari diversi da quelli di massima operatività (per esempio di notte), tenendo presenti le eventuali differenze di fuso orario;

    • non inviare per posta elettronica grosse moli di dati; indicare (ove possibile) la locazione (URL) dei dati nel messaggio, rendendoli disponibili per il prelievo o la consultazione sulla rete.

  • C - Vi sono sulla rete una serie di siti server (file server) che contengono, in copia aggiornata, documentazione, software ed altri oggetti disponibili sulla rete. Informatevi preventivamente su quale sia il nodo server più accessibile per voi. Se un file è disponibile su di esso o localmente, non vi è alcuna ragione per prenderlo dalla rete, impegnando inutilmente la linea e impiegando un tempo sicuramente maggiore per il trasferimento.

  • D - Il software reperibile sulla rete può essere coperto da brevetti e/o vincoli di utilizzo di varia natura. Leggere sempre attentamente la documentazione di accompagnamento prima di utilizzarlo, modificarlo o re-distribuirlo in qualunque modo e sotto qualunque forma.

  • E - Comportamenti palesemente scorretti da parte di un utente, quali:

    • violare la sicurezza di archivi e computers della rete;
    • violare la privacy di altri utenti della rete, leggendo o intercettando la posta elettronica loro destinata;
    • compromettere il funzionamento della rete e degli apparecchi che la costituiscono con programmi (virus, trojan horses, ecc.) costruiti appositamente;

    costituiscono dei veri e propri crimini elettronici e come tali sono punibili dalla legge.

Per chi desiderasse approfondire i punti qui trattati, il documento di riferimento è RFC1855 "Netiquette Guidelines", ed anche RFC2635 "A Set of Guidelines for Mass Unsolicited Mailings and Postings" disponibili sulla rete presso:

ftp://ftp.nic.it/rfc/rfc1855.txt
ftp://ftp.nic.it/rfc/rfc2635.txt

Versione B

Fonte: http://www.nic.it/NA/netiquette.txt

ANORC
Associazione Nazionale per Operatori e Responsabili della Conservazione digitale
premesso

- che è compito della Giunta Esecutiva provvedere alla definizione dei regolamenti interni;
- che le disposizioni di seguito riportate si aggiungono a quanto indicato nello Statuto, nelle Regole
comportamentali degli associati e nel Regolamento per l’utilizzo della Mailing list e del Forum di
discussione dei soci;
- che ciascun associato è tenuto a rispettarle;
in data 14 luglio 2011 la Giunta Esecutiva
ha approvato

le seguenti Regole etiche e norme di buon uso dei servizi di rete.

Fonte: http://www.nic.it/NA/netiquette.txt

Regole etiche e norme di buon uso della ML e del Forum

REGOLE ETICHE

Art. 1

Quando si fa il proprio ingresso in una nuova Mailing list o in un nuovo Forum è consigliabile
leggere i messaggi che vi circolano per alcuni giorni prima di inviare i propri: in questo modo ci si
può rendere conto di quali argomenti vengono trattati e come all’interno della comunità.

Art. 2

Quando si invia un messaggio è bene che questo sia sintetico e descriva in modo chiaro e diretto il
problema, e che venga specificato sempre, in modo breve e significativo, l'oggetto del testo.
Se si utilizza un "signature file", fare in modo che anche questo sia leggibile e conciso.

Art. 3

Non divagare rispetto all'argomento della Mailing list o del Forum.

Art. 4

Evitare, quanto più possibile, broadcast del proprio messaggio verso molte Mailing list o Forum.
Nella grande maggioranza dei casi esiste una e una sola Mailing list o Forum che costituisce il
destinatario corretto, e che include tutti gli utenti che sono effettivamente interessati e solo loro.

Art. 5

Nel rispondere a un messaggio evidenziare i passaggi rilevanti del messaggio originario, allo scopo
di facilitare la comprensione da parte di coloro che non lo abbiano letto, ma non riportare mai
sistematicamente l'intero messaggio originale, se non quando sia strettamente necessario.

Art. 6

Non condurre guerre di opinione sulla rete a colpi di infiniti botta e risposta: se ci sono diatribe
personali è meglio che queste siano risolte dagli interessati via posta elettronica privata.

Art. 7

Non pubblicare mai, senza l'esplicito permesso dell'autore, il contenuto di messaggi di posta
elettronica altrui.

Art. 8

Non pubblicare messaggi inutili o che semplicemente si limitino a prendere le parti dell'uno o
dell'altro fra i contendenti in una discussione, senza addurre argomentazioni.
Fonte: http://www.nic.it/NA/netiquette.txt

Art. 9

Non inviare tramite posta elettronica messaggi pubblicitari o comunicazioni che non siano state
sollecitate in modo esplicito.

Art. 10

Non essere intolleranti con chi commette errori sintattici o grammaticali.
Chi scrive, dal canto suo, è tenuto a migliorare il proprio linguaggio in modo da risultare
comprensibile alla collettività.

BUON SENSO

Art. 11

La rete è utilizzata come strumento di lavoro da molti degli utenti. Nessuno di loro ha tempo per
leggere messaggi inutili o frivoli o di carattere personale, e non di interesse generale.

Art. 12

Qualunque attività che appesantisca il traffico o i servizi sulla rete, quali per esempio il
trasferimento di archivi voluminosi o l'invio di messaggi di posta elettronica contenenti grossi
allegati a un gran numero di destinatari, compromette il rendimento complessivo della rete. Si
raccomanda pertanto di effettuare queste operazioni in modo da ridurre il più possibile l'impatto
sulla rete. In particolare si consiglia di: effettuare i trasferimenti di archivi in orari diversi da quelli di
massima operatività (per esempio di notte), tenendo presenti le eventuali differenze di fuso orario;
non inviare per posta elettronica grosse moli di dati; indicare (ove possibile) la locazione (URL) dei
dati nel messaggio, rendendoli disponibili per il prelievo o la consultazione sulla rete.

Art. 13

Vi sono sulla rete una serie di siti server (file server) che contengono, in copia aggiornata,
documentazione, software e altri oggetti disponibili. Sarebbe il caso che ognuno si informasse su
quale sia il nodo server più accessibile per lui. Se un file è disponibile su di esso o localmente, non vi
è alcuna ragione per prenderlo dalla rete, impegnando inutilmente la linea e impiegando un tempo
sicuramente maggiore per il trasferimento.

Art. 14

Un software reperibile sulla rete può essere coperto da brevetti e/o vincoli di utilizzo di varia
natura. Leggere sempre attentamente la documentazione di accompagnamento prima di utilizzarlo,
modificarlo o re-distribuirlo in qualunque modo e sotto qualunque forma.
Fonte: http://www.nic.it/NA/netiquette.txt

COMPORTAMENTI SCORRETI

Art. 15

La violazione della sicurezza di archivi e computer della rete, la violazione della privacy di altri utenti
della rete commessa leggendo o intercettando la posta elettronica loro destinata e l’alterazione del
funzionamento della rete e degli apparecchi che la costituiscono con programmi (virus, trojan
horses, ecc.) costruiti appositamente sono comportamenti palesemente scorretti e costituiscono
veri e propri crimini elettronici punibili dalla legge.

05.12.2000 Valentino Spataro



In nuovi media per il vaticano
Google video: quattro chiacchiere tra giuristi con l'avv. Guido Camera
Tribunale di Napoli, – Giudice unico Dott. Schifani - Sentenza del giorno 8 agosto 1997 web e stampa
Franco Abruzzo sul caso Google - video: la direttiva esime.
Libri: Manuale di diritto dell'informazione e della comunicazione - Razzante Ruben
Sulla diffamazione on line: Cultrera Stefano
Artt. 16 e 17: assenza di obbligo di sorveglianza (Anche per Google), anche penale
La nozione di prodotto editoriale
Indagata la dirigenza di Google Italia: tutte le dichiarazioni
La sentenza del Tribunale di Aosta sulla equiparazione di un blogger al direttore responsabile



Segui le novità in materia di E-Communication su Civile.it via Telegram
oppure via email: (gratis Info privacy)


Dossier:



dallo store:
visita lo store






Dal 1999 il diritto di internet. I testi sono degli autori e di IusOnDemand srl p.iva 04446030969 - diritti riservati - Privacy - Cookie - Condizioni d'uso - in 0.172