Civile.it
/internet
Osservatorio sul diritto e telecomunicazioni informatiche, a cura del dott. V. Spataro dal 1999, documenti.

Il dizionario e' stato letto volte.



Segui via: Email - Telegram
  Dal 1999   spieghiamo il diritto di internet  Store  Podcast  Dizionario News alert    
             

  


Dizionario 07.01.2023    Pdf    Appunta    Letti    Post successivo  

ChatGPT: cosa significa - dizionario

Chatbot autorisponditore onnisciente.


Valentino Spataro

 

O

OpenAI è: "OpenAI è un'organizzazione non a scopo di lucro[1][2] di ricerca sull'intelligenza artificiale con lo scopo di promuovere e sviluppare un'intelligenza artificiale amichevole (friendly AI) in modo che l'umanità possa trarne beneficio." Secondo Wikipedia.

Tra i fondatori Elon Mask. L'edificio che ospita OpenAI, ospita anche Neuralink di Mask, l'azienda che studia come aiutare i disabili con l'intelligenza artificiale.

"ChatGPT (Chat Generative Pre-trained Transformer) è un prototipo di chatbot basato su intelligenza artificiale e machine learning sviluppato da OpenAI specializzato nella conversazione con un utente umano[1]. ChatGPT è un modello linguistico di grandi dimensioni messo a punto con tecniche di apprendimento automatico o non supervisionato, e ottimizzato con tecniche di apprendimento supervisionato e per rinforzo[2][3]" (Wikipedia).

Non so voi, ma tutte queste parole richiederebbero un approfondimento. Dover semplificare è difficile.

Proviamo con un esempio.

Pensate di prendere un bambino geniale e metterlo in un museo del giocattolo a giocare e imparare. Accanto uno libreria. Enorme. E al bimbo piace leggere tutto. E' giovane, la sua mente è ricettiva e adora imparare cose nuove.

Di ogni informazione sa dove metterla: storia, arte, letteratura, fatti, opinioni: sa catalogare tutto e impara velocemente quello che legge, e compara le affermazioni chiave, divise per contesto.

Nessuno lo aiuta. Sa farlo da solo. E' un genio. Ma un genio teorico.

Arriva un prof e gli fa qualche domanda: grazie a queste domande il bimbo impara nuove gerarchie di valori, interessi di ricerca, opportunità non esplorate. Il prof, da parte sua, controlla le risposte e aiuta ad organizzarle.

Questo è chatGPT, con un grosso vantaggio genetico: sa parlare e ascoltare molto, molto bene. Anche quando prende cantonate da ingenuo, ci prova a spiegarsi al meglio.

Una volta che il prof è riuscito ad insegnare a ChatGPT come strutturare le risposte, evitare argomenti spinosi, dissimulare disinteresse o ignoranza, ChatGPT finisce nelle mani del mondo, ed è un successo.

La storia sembra finire qui invece c'è molto di piu'.

Avere un bimbo così informato è una risorsa pazzesca. Inconcepibile dai piu'.

Avere un bimbo in grado di capire così bene le domande per rispondere bene con sintesi dello scibile che ha appreso, cambia l'utente che gli si avvicina.

Non è come con Google, nemmeno con gli steroidi.

Da una parte c'è un approccio e una conversazione emotivamente coinvolgente, dall'altra la sindrome dell'oracolo: se ti risponde qualcosa, è perchè ne sa più di chi chiede.

Questo comporta una frontiera tutta mostrare a chi non è a conoscenza delle interfacce conversazionali. Pensate se Google rispondesse in proprio: il migliore albergo di Acapulco è il Rossi hotel. Come la prendereste ?

Tuttavia l'uso consapevole (quello che alcune scuole temono o ignorano) consente di avere informazioni molto utili. Ma al momento gli esperti stanno testando il modo di consultazione consapevole sia per tecniche che per scopi.

Un giudizio negativo è superficiale. Uno positivo non è adeguato. E' tutto nelle mani di chi cerca.

Come dare una Ferrari a chi sa andare solo in monopattino su una pista riservata.

Ne parleremo ancora. Lasciate domande e richiedete informazioni sui prossimi eventi in materia: spataro@iusondemand.com

07.01.2023 Valentino Spataro
Wikipedia


BSP - Board Support Packages
ATT - App Tracking Transparency
OTP
Vishing
Man in the mail
Zero trust
DIY
Sharenting
Julian Assange - Wikileaks
FOMO



Segui le novità in materia di Dizionario su Civile.it via Telegram
oppure via email: (gratis Info privacy)


Dossier:



dallo store:
visita lo store








Dal 1999 il diritto di internet. I testi sono degli autori e di IusOnDemand srl p.iva 04446030969 - diritti riservati - Privacy - Cookie - Condizioni d'uso - in 0.022