Civile.it
/internet
Osservatorio sul diritto e telecomunicazioni informatiche, a cura del dott. V. Spataro dal 1999, documenti.

Il dizionario e' stato letto volte.



Segui via: Email - Telegram
  Dal 1999   spieghiamo il diritto di internet  Store  Podcast  Dizionario News alert    
             

  


Dizionario 17.01.2023    Pdf    Appunta    Letti    Post successivo  

ATT - App Tracking Transparency: cosa significa - dizionario

Uno standard per chiedere il consenso di tracciamento TRA app


Valentino Spataro

 

A

Apple spiega cosi': "Request user authorization to access app-related data for tracking the user or the device."

Forse qualcuno dei lettori non ha ancora idea di quanto sia profonda la profilazione.

Partiamo da Google Ads, e creiamo una pubblicità. Tra le possibilità c'è quella di inviare pubblicità a tutti quelli che hanno certi tipi di applicazioni sui proprio telefoni.

Le app sono divise per categorie, e chi le installa rientra in un profilo di interessi. Apparentemente soft spam.

Il problema tuttavia è che ogni app può usare l'elenco delle altre app installate per profilare, e per identificare l'utente. Ad un livello più rispettoso, se cambiamo sim o aggiorniamo il sistema operativo, alcune app bancarie potrebbero richiedere un nuovo login per sicurezza.

Ora il punto è che le app, come i sistemi operativi, possono leggere l'elenco delle altre app installate sul telefono senza chiedere autorizzazioni e consensi espressi. Così almeno fino a poco tempo fa.

Ora lo standard sopperisce a questo. ATT è uno standard per chiedere il consenso di tracciamento TRA app.

Per inciso: avere l'ip di qualcuno su un sito permette di sapere che è italiano, che vive in montagna, al mare, in pianura; in una grande città o in un piccolo paese di provincia. Ma bisogna voler trattare il dato in questo modo, considerando che l'ip di un telefonino è meno adatto a fornire questi dati con un solo ip.

Invece raccogliere l'elenco delle app può portare persino ad una identificazione molto specifica del device, oltre che degli interessi: non tutti i trattamenti possono essere invasivi.

Sta di fatto che molte app famose, e ahimè preinstallate (solo da poco rimuovibili, ricordate il bloatware ?), scorrazzavano per il vostro device per leggere i log di sistema, le app, gli usi, e ogni dato che si poteva leggere.

Io sento parlare solo di violazione della privacy.

Signori, per favore. Ricordiamo che esistono le norme penali sui virus: installazione di software che svolge funzioni non volute dall'utente finale.

Così si scarica tutto sulle autorità, quando il problema della trasparenza è un problema penale.

Un pò come le case automobilistiche che hanno omesso di comunicare che il software ingannava i risultati mostrati, persino distinguendo i risultati a seconda del contesto.

Diritto penale informatico. Esiste ancora, sapete ?

17.01.2023 Valentino Spataro
Apple


BSP - Board Support Packages
ChatGPT
OTP
Vishing
Man in the mail
Zero trust
DIY
Sharenting
Julian Assange - Wikileaks
FOMO



Segui le novità in materia di Dizionario su Civile.it via Telegram
oppure via email: (gratis Info privacy)


Dossier:



dallo store:
visita lo store








Dal 1999 il diritto di internet. I testi sono degli autori e di IusOnDemand srl p.iva 04446030969 - diritti riservati - Privacy - Cookie - Condizioni d'uso - in 0.009