Spazio Sponsor

Tag manager

Google Tag Manager e' il piu' famoso di tutti: un metodo per iniettare codice senza aprire il sito.

Il sito e' stato creato. Ha funzionalità, servizi interni ed esterni, contenuti: e' pubblicato.

Il marketing vuole tracciare le attività svolte sul sito per conoscere gli argomenti piu' apprezzatti e la pagine piu' viste. Alcuni vogliono tracciare la resa della pubblicità. Altri vogliono tracciare gli utenti che hanno dato il consenso.

Gli strumenti di tracciamento dell'uso, o dell'utente, possono variare senza variare il sito. Il tag manager e' uno script che permette di inserire altri script in un sito per svolgere altri compiti, non necessariamente di profilazione, anche solo per cambiare i colori del sito.

Il vantaggio e' che non richiede di entrare nel sito, ma basta accedere ad un servizio esterno.

Google tag Manager e' uno dei piu' famosi, in quanto spesso usato anche solo per aggiornare i Google Analytics senza entrare nel sito.

Ci si chiede invece quanto abbiano la consapevolezza degli adempimenti privacy correlati, e dei registri da aggiornare. Non e' una attività complessa, ma pochi se ne preoccupano.

I tag manager di Google sono gestiti come Google negli USA o comunque da una azienda negli USA: per questo secondo la Schrems II andrebbero almeno valutati con attenzione, salvo proprio esclusi secondo le interpretazioni piu' rigorose e comuni.

Spataro

03.08.2022 https://



Partecipa anche tu:
  • Cosa pensi della voce ?
  • Commenta o chiedi:
tutti i dati sono facoltativi e informatici e li usiamo solo per rispondervi. No newsletter. Si applica la privacy policy di IusOnDemand srl.


Ti possono interessare anche:
  • 95967
  • 2022-08-03
  • Tag manager
  • Google Tag Manager e' il piu' famoso di tutti: un metodo per iniettare codice senza aprire il sito.

  • Il sito e' stato creato. Ha funzionalità, servizi interni ed esterni, contenuti: e' pubblicato.

    Il marketing vuole tracciare le attività svolte sul sito per conoscere gli argomenti piu' apprezzatti e la pagine piu' viste. Alcuni vogliono tracciare la resa della pubblicità. Altri vogliono tracciare gli utenti che hanno dato il consenso.

    Gli strumenti di tracciamento dell'uso, o dell'utente, possono variare senza variare il sito. Il tag manager e' uno script che permette di inserire altri script in un sito per svolgere altri compiti, non necessariamente di profilazione, anche solo per cambiare i colori del sito.

    Il vantaggio e' che non richiede di entrare nel sito, ma basta accedere ad un servizio esterno.

    Google Tag Manager e' uno dei piu' famosi, in quanto spesso usato anche solo per aggiornare i Google Analytics senza entrare nel sito.

    Ci si chiede invece quanto abbiano la consapevolezza degli adempimenti privacy correlati, e dei registri da aggiornare. Non e' una attività complessa, ma pochi se ne preoccupano.

    I tag manager di Google sono gestiti come Google negli USA o comunque da una azienda negli USA: per questo secondo la Schrems II andrebbero almeno valutati con attenzione, salvo proprio esclusi secondo le interpretazioni piu' rigorose e comuni.

  • https://
  • -
  • Valentino Spataro
  • Valentino Spataro
  • dizionario,analitiche,profilazione,schrems
  • S
  • -
  • -
  • 0
  • Ilaw - Lavorare con internet
  • 2
  • 0
  • N
  • -
  • 1033
  • -
  • 0
  • -
  • -
  • -
  • -