civileit-internet

Chi siamo - Contatti - Newsletter

  Dal 2000 il dott. Spataro spiega il diritto di internet       Store       Servizi       Indice       Dizionario       Podcast/Video       Social page       International Events       Per iscriversi - Accedi
 


Podcast

Store

Ebook

News

/Civile.it

  

OpenOffice o LibreOffice ? Confronto tra i software free per scrivere

pag.:78909 del: 2011-09-14 - Spataro - fonte: Spataro - Post successivo


Oltre Microsoft Office c'e' di piu': c'e' il mondo dell'open source.

Materia: Wordprocesso

Indice

  • Oggi
  • Confronto
  • Conclusione
  • C

    C'era una volta Word e Works.

    Word era il colosso di Microsoft per scrivere. Il miglior programma di videoscrittura, stabile e potente. E facile.

    Erano i tempi di Wordstar e stimili, che non riuscivano ad essere intuitivi.

    Come iPad oggi, la vittoria fu di chi seppe usare l'interfaccia grafica piu' vicina alle esigenze degli utenti, un po' come quando si va al supermercato e siamo sicuri di trovare il mais vicino ai fagiolini in scatola ...

    Dopo anni Staroffice, una suite di video scrittura, foglio elettronico e presentazioni, arrivo' Open Office.

    Non vado nel dettaglio della storia, sia perche' non la conosco, sia perche' quello che conta qui e' ricordare che il produttore si intese con una folta comunita' di sviluppatori, e il codice fu aperto e distribuito.

    In poche parole in pochi anni si svilupparono delle soluzioni eccellenti attorno al nome open office.

    Poi si passo' di mano in mano ad altri proprietari, fino alla definitiva rottura con l'attuale proprietario, Oracle, che nel giro di pochi mesi si e' comprato mysql ed openoffice, comprandosi Sun.

    Anche nel caso di Mysql c'e' stato contrasto insanabile, il risultato e' stato lo sviluppo di altre ottime alternative.

     

    OGGI

    Dove sono finiti gli sviluppatori di Open Office ?

    Alcuni sono rimasti con Oracle, ma la maggior parte sono confluiti in libreoffice, la nuova suite nata veramente in fretta dopo la scissione.

    Come al solito fu fatto un contratto troppo in fretta, senza pensare alle ipotesi negative di cessione.

    Comunque sto provando libreoffice.

    Dopo tutta questa presentazione mi sembra dovuto arrivare al succo.

     

    CONFRONTO

    Openoffice e' ancora stabile. Ho avuto dei problemi con il foglio di calcolo, con errori nei calcoli. Grave.

    Il resto va bene.

    Libreoffice e' nato di corsa. Si sta assestando ma e' decisamente instabile. Piu' lento di OpenOffice, fino ad asserlo in modo insopportabile con documenti di 600 pagine.

    Pero' Libreoffice sta evolvendo.

    Il difficile matrimonio con Oracle aveva reso open office immobile. Diciamolo, certe limitazioni si sentivano.

    Cosi' su Libreoffice ci sono nuove funzioni interessanti, come quella che permette di creare epub. Anche questa da' messaggi di errore, ma poi funziona.

    Quanto ai conti, per ora li fa bene.

    Sulle sezioni dedicate alla creazione di slide non ho nulla da dire: io odio le slide, anche se mi piacciono quelle realizzate dalla suite di Apple.

    Per farla breve, funziona.

    Ricordo l'utilita' di stampare qualsiasi cosa in pdf. Non e' poco.

     

    CONCLUSIONE

    Ho scritto su Twitter che lo stavo testando.

    Ho avuto subito una risposta veramente notevole. Mediamente sono tutti soddisfatti, ma non credo abbiano mai cercato di impaginare un ebook di 600 pagine proveniente da word.

    Devo dire che sotto ubuntu openoffice mi sembra un'altra cosa. Straordinariamente rapido, vien voglia di usare ubuntu solo per avere openoffice rapidissimo (sia pur con uno spazio libero in hd di 200mb !).

    Quindi a settembre 2011 la mia soluzione e' avere open office 3.2, 3.3, libreoffice 3.4.

    Li uso tutti.

    Uso persino wordpad. Per pulire i testi che provengono da Word.

    Ma sul come usare un programma di videoscrittura per scrivere un ebook o un libro diro' la mia. In una guida completa che vi permettera' di usare in modo onesto i programmi di videoscrittura.

    Programmi che, francamente, non sono piu' adeguati ai tempi.

    Le funzionalita' avanzate sono troppo nidificate (difficili da trovare nei menu'), e comunque oggi si cerca un gestore della scrittura, un assistente nello sviluppo delle idee.

    E per questo bisogna inventarsi l'uso di altri programmi. Ne parleremo.

    Mi dispiace non essere risolutivo, ma tra open office e libre office non riesco a dare il sei a nessuno dei due.

    Uno troppo fermo da troppo tempo, l'altro troppo instabile.

    Per ora.

    Segnalo il corso su www.scriveredigitale.it dove spiego come usare questi e altri strumenti per scrivere ebook da vendere.

    Link utili:

    Ricevi gli aggiornamenti su OpenOffice o LibreOffice ? Confronto tra i software free per scrivere, Wordprocesso e gli altri post del sito:

    Email: (gratis Info privacy)





    Link: http://www.libreoffice.org
    - Spataro




    continua

    Condividi

    comments powered by Disqus
      
    Store:



    Novità:

    Estate: come scegliere tra tablet o ultrabook ?
    App clonate
    Garante Privacy a Google:
    La guida definitiva agli stage in azienda
    Come scrivere un contratto: il nostro tempo e il nostro lavoro e' tutto uguale ?
    Gaming, fisco e le cose da sapere
    Ancora su oblio e diritto ad informare: bibliotecari o giornalisti ?
    Una lezione dal caso Amazon Hachette: il distributore quanto puo' imporre i prezzi ?
    Agcom prospetta l'ipotesi di regolare le imprese in internet e i social network
    Consultazione pubblica sul diritto all'oblio







    - Indice argomenti
    - Indice cronologico
    - Commenti
    - Dizionario
    - Newsletter

    - Adsl
    - Agcom
    - Albo informatici
    - Amministratori
    - Antipirateria
    - Aste
    - AudioLibri
    Autoregolamentazione
    - Bill of rights
    - Bollino Siae
    - Bullismo

    - Censura
    - Cnu
    - Codici
    - Collettività
    - Computer Crimes
    - Computer Forensic
    - Consulting
    - Controllo contratti
    - Controllo sito
    - Copyright
    - Creative commons
    - Crimes
    - Crittografia
    - Cybersquatting
    - Ddl Levi
    - Deontologia
    - Deposito legale
    - Dialer
    - Diffamazione
    - Diretta web
    - Decr. Romani
    - Diritto di seguito
    - Disclaimer
    - Domain
    - Download
    - Dns
    - E-Commerce
    E-Communication
    - Editoria e blog
    - E-Document
    - E-Government
    - E-Procurement
    - E-mail e aziende
    - Europa
    - File sharing
    - Fattura
    - Film
    - Firma
    - Flat
    - Fotografie
    - Framing
    - Frasi celebri
    - Google
    - Hadopy, p2p
    - Hardware
    - Homolaicus
    - Iptv
    - ISOC Csig 2007
    - Legge stampa
    - Licenze
    - Linux
    - Mac
    - MediaeMinori
    - Microsoft
    - Minori
    - Musica
    - Netiquette
    - Open source
    - P2p
    - Partita Iva
    - Phishing
    - Podcast
    - Privacy
    - Promotion
    - Pubblicità
    - Posta certificata
    - ProcessoTelematico
    - Radio
    - Rettifica
    - Rfid
    - Roc
    - Siae
    - Sicurezza
    - Software
    - Spamming
    - Streaming
    - Ucg
    - Video on demand
    - Videogiochi
    - Videotel
    - Vista bugs
    - Vividown
    - Web2.0
    - WebMaster
    - Webosophy
    - WebTv
    - Wi-Fi


    I lettori mi stanno chiedendo approfondimenti da realizzare in corsi video e audio.

    Li trovate nello store, mese dopo mese, a questo link.

    Proponi anche tu un corso per approfondire un tema tra quelli trattati su questo sito. Lo mettero' in vendita online. Grazie.

    dott. Valentino Spataro



    I testi sono degli autori e di IusOnDemand srl p.iva 04446030969 - autorizzata la copia a uso personale e su blog non commerciali citando la fonte - Privacy - Condizioni d'uso ... Login 0.587