civileit-internet

Chi siamo - Contatti - Newsletter

  Dal 2000 il dott. Spataro spiega il diritto di internet       Store       Servizi       Indice       Dizionario       Podcast/Video       Social page       International Events       Per iscriversi - Accedi
 


Podcast

Store

Ebook

News

/Civile.it

  

“LEGALMAIL” GRATIS PER LE IMPRESE

pag.:39243 del: 2005-05-17 - Spataro - fonte: Infocamere - Post successivo


COMUNICATO STAMPA - Un ulteriore contributo delle Camere di Commercio alla realizzazione dell’e-government

Materia: Posta certificata

“LEGALMAIL” GRATIS PER LE IMPRESE

La posta elettronica certificata del futuro a 1.800.000 imprese

Dal mese di giugno le Camere di Commercio offrono un’importante opportunità per tutte le imprese mettendo a disposizione gratuitamente - fino al 31 dicembre 2005 - Legalmail, la casella di posta elettronica certificata che le imprese potranno utilizzare in sostituzione delle modalità tradizionali di comunicazione come raccomandata A/R, fax e corriere. In particolare, tutte le società (1.800.000) stanno per ricevere dalla loro Camera di Commercio una lettera contenente l'indicazione del nome della casella Legalmail predefinito per ogni società, con la user e la password provvisoria per utilizzare il servizio accedendo al sito www. legalmail.it/imprese.

Riepilogo delle imprese a cui è stata assegnata la casella di posta Legalmail [omissis]

Fonte:InfoCamere

“Il mondo produttivo – ha detto il Segretario Generale di Unioncamere, Giuseppe Tripoli - ha bisogno di servizi più efficienti a costi più contenuti e la Pubblica Amministrazione è in prima fila in questo impegno che deve essere di tutti per aumentare la competitività del sistema-Paese. I servizi che le Camere di commercio realizzano nel campo dell’e-government vanno in questa direzione e l’iniziativa che annunciamo oggi, con la diffusione a oltre 1 milione 800 mila imprese di uno strumento innovativo come la posta elettronica certificata, è un esempio concreto di come la P.A. possa essere una risorsa in più, e non un ostacolo, per le imprese. E’ un contributo importante al processo di digitalizzazione del Paese, cui il Sistema camerale sta partecipando con investimenti ingenti di risorse per realizzare e diffondere in modo capillare gli strumenti del business del futuro: dalla firma digitale alla posta elettronica certificata. Grazie a questi servizi – ha concluso Giuseppe Tripoli - le nostre imprese hanno un’opportunità concreta di aumentare la loro efficienza e liberare preziose risorse per svilupparsi e competere meglio sul mercato”.

Oggi sono già 10.000 gli operatori che utilizzano Legalmail per l’invio di comunicazioni alle Pubbliche Amministrazioni e lo scambio di corrispondenza e documenti importanti, quali fatture, ordini e contratti da e verso i loro fornitori e clienti con un enorme risparmio in termini di velocità, efficienza e costi.

Dopo il 31 dicembre 2005 le imprese che utilizzano Legalmail potranno continuare a usare gratuitamente la casella per la ricezione dei messaggi; nel caso in cui volessero proseguire a utilizzarla anche per l’invio, potranno decidere se attivare o meno un servizio a pagamento (per maggiori informazioni: www.legalmail.it o Call Center 840 500 666).

LA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA La posta elettronica è diventata sempre di più strumento quotidiano di comunicazione tra privati, aziende e pubbliche amministrazioni, ma presenta alcuni limiti: manca delle caratteristiche di sicurezza e di tracciabilità dei messaggi che la rendano “opponibile a terzi” nel caso di contenziosi. E’ per questo che ancora oggi, per l’invio di documenti formali importanti ci si avvale sempre delle raccomandate con ricevuta di ritorno.

Con l’introduzione della Posta Elettronica Certificata (PEC) si è voluto creare uno strumento efficace, economico e sicuro per garantire alle comunicazioni via Internet lo stesso livello di sicurezza che oggi hanno le raccomandate. Per avere questi requisiti, le caselle di Posta Elettronica Certificata sono state regolamentate da apposite normative: in particolare dal Testo Unico sulla documentazione amministrativa (DPR 445/2000) e, più recentemente, dal DPR 68/2005. Perché la Posta Elettronica Certificata diventi operativa mancano solo le regole tecniche che verranno emanate dal Ministero per l’Innovazione e le Tecnologie.

LEGALMAIL – LA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA DI INFOCAMERE Legalmail presenta le seguenti caratteristiche: garantisce che un messaggio di posta elettronica arrivi integro al destinatario certifica l’avvenuta spedizione e consegna del messaggio attraverso una ricevuta dal proprio server di posta ed una seconda dal server di posta del destinatario, che pervengono al mittente con data ed ora di consegna del messaggio attesta l’invio e la ricezione di tutto il contenuto inviato nel messaggio

Utilizzando la tecnologia della Firma Digitale di InfoCamere - Ente Certificatore dal 6 aprile 2000 - è possibile sfruttare appieno le potenzialità del servizio, per firmare e/o crittografare un messaggio di posta certificata ed i suoi eventuali allegati.

I requisiti tecnici di Legalmail sono: accesso sicuro alla propria casella di posta elettronica da qualsiasi postazione Internet. Possibilità di firmare e crittografare un messaggio utilizzando l’interfaccia web 50 MB di spazio a casella antivirus possibilità di richiedere personalizzazioni dei domini e dell’interfaccia grafica.

ALCUNI SPUNTI

Il 13 maggio 2005 è entrato in vigore il DPR 11/02/05 n. 68. Si tratta di un passaggio fondamentale nel processo di completo riconoscimento giuridico della Posta Elettronica Certificata che avverrà solo con l’emanazione delle “regole tecniche” da parte del ministero dell’innovazione e delle tecnologie.

La raccomandata tradizionale ha un costo che varia se si richiede l'avviso di ricevimento, a cui vanno aggiunti il costo del materiale (carta e busta), il costo della persona che si deve recare alle poste, il costo della gestione dell'archivio cartaceo (anche per le ricevute delle raccomandate). La raccomandata inviata per posta elettronica costa circa 0,35 centesimi di euro, mediamente il 90% in meno di una raccomandata tradizionale con ricevuta di ritorno e il suo costo decresce sensibilmente con il crescere dei volumi inviati (al contrario di quanto avviene con la corrispondenza cartacea).

Oltre alle considerazioni sui puri costi si possono sottolineare altri vantaggi della Posta Elettronica Certificata rispetto alle raccomandate: maggiore velocità sia nella consegna del messaggio - pochi secondi rispetto al tempo che impiega la raccomandata -, sia nella consegna della ricevuta invio simultaneo a molti destinatari, opponibilità del contenuto inviato (ricevuta di consegna con allegato il messaggio inviato), semplice integrabilità con soluzioni applicative preesistenti.

Per ulteriori informazioni: ufficio.stampa@unioncamere.it relazioni.esterne@infocamere.it 00187 Roma - Piazza Sallustio, 21 06.4704370/ 264/ 287 00161 Roma - Via G.B.Morgagni, 30/H 06.44285350 Fax: 06-44.28.53.67

Ricevi gli aggiornamenti su “LEGALMAIL” GRATIS PER LE IMPRESE, Posta certificata e gli altri post del sito:

Email: (gratis Info privacy)





Link: http://www.infocamere.it/comsta05.htm#legalmail
- Infocamere




continua

Condividi

comments powered by Disqus
  
Store:



Novità:

Cover incredibili: Walk of the earth
Ecommerce, ora
Vedere. La musica. Di Bach. In matematica
Can anyone become a developer ? Even lawyers ? Sure, but ...
Copia privata: Dday fa i conti alla Siae. Poveri autori ... !
Tasse e leggi per gli streamer nel gaming
Store aperto e assistenza anche in estate
Bach, secondo una etichetta indipendente. A sorpresa, italiana !
Il mondo dell'ecommerce e dei b and b
La marchesa usci' alle 5: Radio 6 ritrasmette una famosa trasmissione sull'arte della scrittura







- Indice argomenti
- Indice cronologico
- Commenti
- Dizionario
- Newsletter

- Adsl
- Agcom
- Albo informatici
- Amministratori
- Antipirateria
- Aste
- AudioLibri
Autoregolamentazione
- Bill of rights
- Bollino Siae
- Bullismo

- Censura
- Cnu
- Codici
- Collettività
- Computer Crimes
- Computer Forensic
- Consulting
- Controllo contratti
- Controllo sito
- Copyright
- Creative commons
- Crimes
- Crittografia
- Cybersquatting
- Ddl Levi
- Deontologia
- Deposito legale
- Dialer
- Diffamazione
- Diretta web
- Decr. Romani
- Diritto di seguito
- Disclaimer
- Domain
- Download
- Dns
- E-Commerce
E-Communication
- Editoria e blog
- E-Document
- E-Government
- E-Procurement
- E-mail e aziende
- Europa
- File sharing
- Fattura
- Film
- Firma
- Flat
- Fotografie
- Framing
- Frasi celebri
- Google
- Hadopy, p2p
- Hardware
- Homolaicus
- Iptv
- ISOC Csig 2007
- Legge stampa
- Licenze
- Linux
- Mac
- MediaeMinori
- Microsoft
- Minori
- Musica
- Netiquette
- Open source
- P2p
- Partita Iva
- Phishing
- Podcast
- Privacy
- Promotion
- Pubblicità
- Posta certificata
- ProcessoTelematico
- Radio
- Rettifica
- Rfid
- Roc
- Siae
- Sicurezza
- Software
- Spamming
- Streaming
- Ucg
- Video on demand
- Videogiochi
- Videotel
- Vista bugs
- Vividown
- Web2.0
- WebMaster
- Webosophy
- WebTv
- Wi-Fi


I lettori mi stanno chiedendo approfondimenti da realizzare in corsi video e audio.

Li trovate nello store, mese dopo mese, a questo link.

Proponi anche tu un corso per approfondire un tema tra quelli trattati su questo sito. Lo mettero' in vendita online. Grazie.

dott. Valentino Spataro



I testi sono degli autori e di IusOnDemand srl p.iva 04446030969 - autorizzata la copia a uso personale e su blog non commerciali citando la fonte - Privacy - Condizioni d'uso ... Login 0.687